Fotomontaggi facilmente riconoscibili per l'algoritmo della University at Albany

Fotomontaggi facilmente riconoscibili

Spesso quando vediamo alcune immagini ci domandiamo se l'immagine è realmente genuina. Ovvero ci chiediamo se si tratta di un unico scatto oppure di una composizione di più parti di diversi scatti. Questo dubbio diventa particolarmente importante in ambito legale, ovvero in tutte quelle situazioni dove la veridicità di un'immagine può fare la differenza.

Grazie però ad uno specifico algoritmo sviluppato dai ricercatori della University at Albany ora i fotomontaggi sono facilmente riconoscibili. Il merito è del ricercatore Siwei Lyu che ha studiato un metodo per analizzare il rumore presente in tutte le immagini, anche in quelle risprese con bassi valori ISO. Ha verificato che il rumore rimane costante sulla stessa fotocamera e nelle stesse condizioni, creando quindi una "firma" per ogni apparecchio.

In questo modo se il rumore è costante su tutta l'immagine sicuramente si tratta di uno scatto non manipolato. Se invece nella stessa immagine compaiono zone con un rumore differente allora altrettanto sicuramente si tratta di uno scatto contraffatto. Un esempio lo trovate in apertura, dove il famoso Tiger Woods si trova con un fenicottero al posto della mazza da golf: l'algoritmo ha facilmente riconosciuto il fotomontaggio.

Via | University at Albany

Fotomontaggi facilmente riconoscibili

Fotomontaggi facilmente riconoscibili
Fotomontaggi facilmente riconoscibili

  • shares
  • Mail