Le pinhole camera in legno di Ondu si evolvono

Vi piace la fotografia analogica a foro stenopeico? Ecco le nuove pinhole camera in legno di Ondu


La fotografia analogica è affascinante e ci permette di scoprire nuove tecniche, mondi e punti di vista, sperimentare con la fotografia è bellissimo e, anche se abbiamo le nostre preziose fotocamere digitali, non dovremmo privarci del piacere di prendere una macchinetta analogica vintage, di mettere i rullini in lavastoviglie o di giocare con sviluppi improbabili. Se siete appassionati di fai da te potete provare a creare la vostra pinhole oppure potete acquistarne una già pronta, come i modelli di Ondu.

Ondu non è un nome nuovo, nel 2013 questi ragazzi sono riusciti a portare a termine un finanziamento su Kickstarter per la produzione di macchine a foro stenopeico semplici, artigianali, eleganti, durevole e facile da usare. Adesso sono in arrivo le versioni Mark II di queste macchine fotografiche e se vi piacciono potete sostenere il progetto sempre tramite crowdfunding.

Le nuove ONDU Mark II pinhole cameras sono fatte a mano in legno di noce e di acero, sono state migliorate con 14 magneti incorporati all'interno della fotocamera per far lavorare meglio tutti i vari componenti. È stato migliorato il posizionamento del rullino e il riavvolgimento con delle freccette che ci ricordano da che lato avvolgere, sono state aggiunte delle linee per ricordarci l’angolo di campo e una levetta che ci aiuta a mantenere dritto l’orizzonte.

Se queste macchine vi interessano potete contribuire alla raccolta fondi su Kickstarter, in pochissime ore il traguardo richiesto è già stato raggiunto, ma c’è tempo fino al 25 giugno per partecipare e ricevere la fotocamera che avete scelto come premio.

Fonte | petapixel

  • shares
  • Mail