La Ricotta di Pier Paolo Pasolini e fotografia d'Autore per 10 anni di CIFA

Scatti inediti di Paul Ronald sul set de La ricotta di Pier Paolo Pasolini, "poetica ironia” delle Polaroid di Giovanni Gastel, Estrazione di fotografie d’Autore per il decennale del CIFA

Tra le attrazioni toscane di questa estate, da domani possiamo tranquillamente aggiungere anche i festeggiamenti per il primi 10 anni del CIFA – Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena, con il ricco programma di eventi pronti ad animare la provincia di Arezzo.

Un decennale di Fotografia d'Autore che ricorda Pier Paolo Pasolini a 40 anni dalla 'tragica morte', con gli scatti inediti del fotografo di scena Paul Ronald, scomparso lo scorso gennaio lasciando in eredita un centinaio di negativi sulla lavorazione de La ricotta, episodio del collettivo Rogopag, diretto da Pasolini insieme a Rossellini, Godard e Gregoretti.

Pier Paolo Pasolini

"Scorrendo la lunga filmografia di Paul Ronald, ci sono nomi di registi che si ripetono (a cominciare naturalmente da Visconti) e altri incontrati una sola volta. Quello di Pier Paolo Pasolini è tra questi. Nelle lunghe chiacchierate, quando gliene chiedevo il motivo, Paul ribadiva che con Pasolini non c’erano stati problemi, che era una persona correttissima ma che sul set de La ricotta (episodio del collettivo Rogopag, composto anche dai segmenti diretti da Rossellini, Godard e Gregoretti; da cui il titolo del film) non si era trovato a proprio agio, tanto da abbandonare la lavorazione dopo un paio di giorni. lui, borghese e laico di vedute liberali e non certamente un moralista, in quel clima che definiva quasi blasfemo, si era trovato. Va detto che le riprese a cui aveva assistito potevano certo dare quell’impressione, con quei protagonisti e comparse provenienti dal sottoproletariato, che nelle pause inscenavano strip tease o balli scatenati (come testimoniano le foto), a poca distanza dalle croci poi utilizzate durante le riprese. Mentre il risultato finale, a montaggio terminato, fa de La ricotta un’opera tra le più alte dell’intero percorso cinematografico pasoliniano. Ronald comunque ha documentato da par suo quella lavorazione, sia negli esterni, nella periferia romana, che in studio per la ricostruzione dei dipinti di Pontormo e Rosso Fiorentino. Una parte di quegli scatti (compreso il colore) li aveva consegnati alla produzione e una parte li aveva conservati. Curiosamente, lui che non teneva per sè nulla – o quasi – dei suoi lavori, aveva deciso di trattenerli. Si tratta di un centinaio di negativi, sia 6x6 che 35 mm., che Ronald non considerava scarti ma di riserva. Lui, abitualmente e a differenza di qualche collega, non scattava moltissimo, certo del suo lavoro. Quel centinaio di negativi Paul me l’ha donato, durante una delle ultime volte che sono stato a trovarlo nella sua casa nei pressi di Wassy, nel Nord della Francia. Da una selezione di quei negativi, mai sviluppati in precedenza, è nata questa mostra pensata sia per celebrare uno dei maggiori fotografi di scena del cinema italiano, scomparso nel gennaio di quest’anno, che per ricordare Pier Paolo Pasolini a quarant’anni dalla tragica morte"

Antonio Maraldi © ph. Paul Ronald / collezione Maraldi

Orson Welles

La mostra curata da Antonio Maraldi, direttore del Centro Cinema Città di Cesena, ha selezionato 45 fotografie di questi negativi 'di riserva mai sviluppati, per tornare sul set della parabola del figurante del film sulla Passione di Cristo girato alla periferia di Roma, con il suo regista marxista interpretato da Orson Welles, il sottoproletariato affamato, l’indifferenza cinica del mondo borghes e il Pasolini ceh avvicina il Calvario all’esperienza dell’emarginazione contemporanea.

La scella della Deposizione da Rosso Fiorentino al centro Laura Betti

Foto di scena che documentano quei giorni di lavorazione, girati in esterni alla periferia della capitale, e in studio per la ricostruzione dei dipinti di Pontormo e Rosso Fiorentino, attualmente in mostra e dialogo con altre foto dei set pasoliniani, nella Pinacoteca Civica di Volterra.

“La ricotta di PIER PAOLO PASOLINI” di Paul Ronald
13 Giugno 2015 – 6 Settembre 2015
Ex Lanificio Berti
Via Fiorentina, 15
Pratovecchio (AR)

Contemporaneamente, le sedici celle dell'ottocentesco ex carcere mandamentale di Bibbiena che ospita da tempo la sede del CIFA, accoglieranno la “La poetica ironia di Giovanni Gastel” con 150 polaroid in formato 20x25, realizzate nell'ultimo trentennio.

Stampe uniche, inedite e giocose della costante ricerca nel campo della comunicazione del fotografo e autore che sognava di fare il poeta (ma poi a causa di una fidanzata..), lavorando a campagne pubblicitarie ed editoriali di moda, per una mostra curata da Giovanna Calvenzi e Claudio Pastrone, arricchita da testo e immagini raccolte dal volume monografico della collana FIAF Grandi Autori della fotografia Contemporanea.

Olga, Milano, 2009

“La poetica ironia” di Giovanni Gastel
13 Giugno 2015 – 6 Settembre 2015
CIFA
Via delle Monache, 2
Bibbiena (AR)

Ettore Sottsass, 2006

Nel ricco programma del Decennale del Centro Italiano della Fotografia d’Autore, è contemplata anche la grande Estrazione di fotografie d’Autore, di quanti vi hanno esposto nel passato decennio (seguite il link per sbirciare le foto), come Enrico Genovesi, Pierluigi Rizzato, Vasco Ascolini, Alessandra Capodacqua, Antonella Monzoni, Antonio Presta, Antonio Manta, Beppe Bolchi, Cesare Colombo, Davide Mengacci, Elio Ciol, Enzo Cei, Ernesto Fantozzi, Fabrizio Tempesti, Francesco Zizola, Francesco Francaviglia, Marco Rigamonti, Marina Alessi, Mario Ingrosso, Mario Cresci, Maurizio Chelucci, Michele Ghigo, Nino Migliori, Paola Agosti, Piergiorgio Branzi, Pietro Masturzo, Raoul Iacometti, Toni Thorimbert, Uliano Lucas.

Ogni biglietto associato ad una di queste opere originali, acquistabile sullo shop fiaf (https://shop.fiaf.net), al costo di €50 per 1 biglietto e €120 per 3 biglietti, andrà a sostenere il CIFA assicurando a tutti di vincere (una foto per ogni biglietto), scoprendo cosa con l'estrazione di sabato 13 giugno alle ore 18, presso la sede del Centro Italiano della Fotografia d’Autore in Via delle Monache 2 a Bibbiena (AR).

Moltissimi Autori che hanno esposto al CIFA in questi 10 anni hanno generosamente donato alcune loro bellissime foto. A...

Posted by FIAF on Giovedì 11 giugno 2015

Foto | “La ricotta di PIER PAOLO PASOLINI” di Paul Ronald,
Foto | “La poetica ironia” di Giovanni Gastel,
Courtesy 6Glab – il laboratorio di idee di SEIGRADI

  • shares
  • Mail