Cortona On The Move - fotografia in viaggio 2015 per sguardi senza limiti  

Forse la macchina per i viaggi nel tempo esiste solo nella fantascienza, mentre quelle fotografiche non si pongono nessun limite spazio-temporale, quanto meno a giudicare da quelle pronte ad animare l'edizione 2015 del Cortona On The Move - fotografia in viaggio.

Un intrigante assortimento di sguardi e obiettivi pronti ad attraversare le vie medievali della cittadina toscana in provincia di Arezzo e la sua Fortezza di Girifalco, con quello che arriva da tutto il mondo, tornando dal passato e Sotto la pelle del reale di Mario Giacomelli o sbirciando il futuro con tutta la visionaria intraprendenza di un progetto come Maybe
 di Phillip Toledano.

mario-giacomelli_una-retrospettiva-courtesy-archivio-mario-giacomelli-sassoferrato.jpg

phillip-toledano_maybe.jpg

"Per la maggior parte della mia vita ho vissuto in un bagliore dorato di amore e privilegio. Sono stato fortunato in più modi che si possano immaginare. Quando mia madre morì all'improvviso nel 2006, tutto cambiò. Mi chiedevo quali altri repentini e oscuri cambiamenti mi attendessero. Piuttosto che aspettare impotente il mio futuro, decisi di affrontare le mie paure. Avrei provato a indovinare quali direzioni improvvise e impreviste la mia vita avrebbe potuto prendere. Avrei immaginato il fallimento e la solitudine. Sarei stato incapace di camminare. Obeso. Avrei subito un infarto. Avrei visto la mia stessa morte. La fotografia si occupa sempre del passato. Questo progetto si occupa del futuro, ma come si può ricercare quello che non è ancora successo? Ho fatto un test del Dna che mi ha svelato quali malattie fossi soggetto a contrarre. Ho consultato cartomanti, lettori di tarocchi, ipnotizzatori, numerologi e chiromanti. Ho studiato le statistiche delle compagnie di assicurazione. Ho lavorato con un qualificato esperto di protesi, così ho potuto diventare fisicamente come sarei stato nel futuro. Ho imparato a muovermi come se avessi 90 anni. Seguendo la mia ricerca, ho scattato delle immagini"

Phillip Toledano

tatiana-plotnikova_the-mari-the-last-pagans-of-europe.jpg

james-whitlow-delano_japan.jpg

Fotografia in viaggio, dal cuore nero d'Europa che pulsa e scuote con La Ville Noire di Giovanni Troilo allo tsunami che ha travolto il Giappone di James Whitlow Delano, e la memoria di Otsuchi con Alejandro Chaskielberg, passando per il Mediterraneo di Mattia Insolera.

Dal percorso migratorio delle donne nigeriane in Italia seguito da Elena Perlino, alla prostituzione lungo la costa spagnola fotografata da Txema Salvans, ai “spaghetti western” della Hollywood spagnola di Alvaro Deprit e Michela Palermo.

eugenia-arbugaeva_weather-man.jpg

kai-wiedenhoefer_confrontier.jpg

tatiana-plotnikova_the-mari-the-last-pagans-of-europe.jpg

Dalle vittime dei droni di Tomas van Houtryve alle barriere del mondo di Kai Wiedenhoefer, allo sguardo che si sposta nella russia di eroici Weather Man con Eugenia Arbugaeva, passando per la felicità in movimento distillata da Carla Kogelman per ONTHEMOVE Happiness on the move.

Tutto questo e molto di più, per il festival organizzato dall’Associazione Culturale ONTHEMOVE, diretto per il quarto anno da Arianna Rinaldo, tra mostre che si estendono al Curcuito Off, il Progetto Flaneur che tocca il legame tra fotografia e letteratura, tra letture portfolio e Workshop, mentre HUNGRY EYES si sposta a Milano (fino ad ottobre 2015) con un lungo sguardo alle più interessanti produzioni artistiche delle recenti edizioni del festival, dal Terraproject di LAND Inc. a Taking my Time di Joel Meyerowitz.

Cortona On The Move - Curcuito Off

Il Vecchio Ospedale di Cortone ospita invece le esposizioni del Curcuito Off con Across the River - Tales of a divided City di Jasper Bastian, Despite Similarities to Reality, This is a Work of Fiction di Ryan Spencer Ree, Mongolia's Urban Youth: between Tradition and Globalization di Marika Dee, A route of Melancholy di Bizet Didier e "Non ti scordar di me" di Daniele Pasci.

HUNGRY EYES

07-hungry-eyes-overwhelmed-by-the-atmosphere-of-kindness-podlaskie-tomasz-tomaszewski.jpg

Con una selezione delle più interessanti produzioni artistiche delle recenti edizioni del festival, HUNGRY EYES fino al 30 ottobre 2015, accoglie nella Milano di Expo 2015 (Via Vigevano, 35), Portraits of America di William Albert Allard; Il viaggio attraverso Brasile, Dubai, Etiopia, Indonesia, Madagascar Filippine e Ucraina per documentare lo sviluppo neocolonialista con Land Inc. del collettivo TerraProject (2 luglio - 1 settembre); lo spirito accogliente e aperto degli abitanti della regione Polacca Podlaskie di Overwhelmed by the Atmosphere of Kindness. Podlaskie di Tomasz Tomaszewski (3 - 29 settembre); la retrospettiva Taking my time sulla fotografia in movimento di Joel Meyerowitz (1 - 30 ottobre 2015).

"Il movimento è tutto per me; è la vita stessa, che ripercorre il momento di scomparire, e, insieme con il tempo, è l'essenza dell'esperienza fotografica. E più di ogni altra cosa è stata la ragione per cui ho cominciato a fare fotografie 50 anni fa, a pochi passi dopo aver visto Robert Frank girare un piccolo lavoro pubblicità per me. Mi ha colpito la meraviglia del semplice fatto che egli 'mosso' mentre stava fotografando persone che si muovevano! Questo è tutto! Ho lasciato il mio lavoro, in prestito una macchina fotografica, uscì per le strade di New York City, e mai guardato indietro"

Joel Meyerowitz

A questo aggiungete anche un ricco calendario di incontri, letture portfolio e workshop, come quelli organizzati da Leica Camera Italia (partner ufficiale della manifestazione) con “DOCUMENTARY VISUAL STORYTELLING” di James Withlow Delano e “UNLOCKING INSPIRATION” di Tomas Van Houtryve.

Cortona On The Move - fotografia in viaggio 2015
16 luglio – 27 settembre 2015
FORTEZZA DEL GIRIFALCO - EX MAGAZZINO DELLE CARNI - VECCHIO OSPEDALE - RUGA PIANA 60 - CHIESA DI SANT'ANTONIO - VICOLO SANTUCCI
Cortona (AR)

Foto | Courtesy Cortona on the Move 2015