Ilaria Rucco: scrivere con la luce!

Ilaria Rocco scrivere con la luce
Quello che stupisce sono i sorrisi, generosi, sinceri, aperti come ferite profonde, lasciate lì e prolungate fino alle orecchie, a scoprire l'interno, oppure solo sussurrati da ombre di ciglia. Ma ciò che cattura davvero sono gli sguardi che appaiono di sottecchi, come istanti rubati dietro ad un vetro sporco di pioggia. Smorfie e non solo, atteggiamenti un po' costruiti, messi in scena in un'iper-realtà che riesce a ricostituire la quintessenza di una verità lontana, che sa di immagine immortalata e di folate di vento chiamate ad arte.

Perché dietro un ordine così definito non poteva che esserci un creatore, anzi una creatrice, Ilaria Rucco, volto di donna abbarbicato ed incaponito, per scoprire le lande desolate delle personalità ritratte. E nessun verbo potrebbe essere più appropriato, perché al di là delle malcelate pose da star in relax, oltre gli abiti scelti e spiegazzati con cura, il trucco attento e i capelli sapientemente arruffati, è proprio il gioco della ritrazione che va in scena, come una partita di nascondino nella quale si stringono gli occhi dinanzi a troppa luce. In fondo capita a chi, ingegnandosi per comporre versi luminosi, scoperchia attimi scanditi nelle pause di una parola, che vive nei felici interstizi abbandonati da ombre in ritiro.

Ilaria Rocco scrivere con la luce
Ilaria Rocco scrivere con la luce
Ilaria Rocco scrivere con la luce
Ilaria Rocco scrivere con la luce
Ilaria Rocco scrivere con la luce
Ilaria Rocco scrivere con la luce
Ilaria Rocco scrivere con la luce

Via | portfolio/facebook.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: