La Fotografia Francese del Novecento: Atget, Cartier Bresson e Co.

Il contributo fornito dalla fotografia francese del XX° Secolo al mondo intero è ben noto e si spinge ben oltre quello di pionieri come Atget, poeti della notte come Brassai e del quotidiano come Izis o Gilbert Garcin, surrealisti come Man Ray e André Kertesz, padri del fotogiornalismo quali Henri Cartier Bresson, in strada e buona compagnia di Willy Ronis, William Klein, Robert Doisneau … solo per citare i più noti.

Lo sguardo che Jean Marc Lacabe, Walter Liva, Claude Nori e Roberto Salbitani hanno deciso di offrire su La Fotografia Francese del Novecento è pero più esteso e la mostra voluta dalla Provincia di Pordenone, si presenta come un viaggio diviso in capitoli, scanditi da circa 140 opere provenienti da prestigiose collezioni internazionali, a partire dall'archivio del CRAF - Centro ricerca e archiviazione della fotografia.

La Fotografia Francese del Novecento: la mostra in capitoli

La mostra è suddivisa in capitoli che cadenzano il percorso espositivo:

Il prologo dedicato alla fotografia francese dell'Ottocento

L'inizio del Secolo; Atget e il surrealismo (Paul Nadar, Robert Demachy, Jacques Henri Lartigue, Florence Henri, Man Ray, Dora Maar, Emmanuel Sougez, André Kertesz, Hans Bellmer, Pierre Molinier, Jacques André Boiffard, Roger Parry, Cesar Domela-Nieuwenhuis, Maurice Tabard, Brassai, Raoul Ubac, Maurice Cloche, George Hugnet);

La fotografia umanitaria, il fotogiornalismo (Gaston Longet, Henri Cartier Bresson, Willy Ronis, Edouard Boubat, Robert Doisneau, Izis Bidermanas, Marc Riboud, Paul Almasy, Daniel Frasnay, Janine Niepce, Gilles Peress, Martine Franck, Philippe Salaun, Leon Herschtritt, Guy Le Querrec, Bruno Barbey, Raimond Depardon, Alain Nogues, Jean Gaumy, Regis Bossu, Susannah Wilshire Torem, Alain Keler, Klavdij Sluban);

I fotografi artisti (William Klein, Frank Horvat, Etienne Bertrand Weill, Jeanloup Sieff, Lucien Clergue, Bettina Rheims, Pierre Vallet, Bernard Faucon, Jean Luc Tartarin, Jean Pierre Gilson, Sarah Moon);

L'apparire di Contrejour e della nuova fotografia francese (Claude Nori, Jean Dieuzaide, Arnaud Claas, Claude Batho, John Batho, François Le Diascorn, Pierre de Fenoyl, Denis Roche, Jean Pierre Gilson, Bernard Plossu,Denis Brihat);

La fotografia francese contemporanea (Vincent Debanne, Charles Freger, André Mérian, Dorothée Smith, Olivier Metzger, Paul Thorel, Gael Bonnefon, Denis Darzazq, Richard Pak, Richard Dumas, Marie Maurel de Maillé, Eric Rondepierre, Jean Turco, Christopher Clark e Virginie Pougnaud, Pierre Louis Martin, Gilbert Garcin, Laurent Millet).

Oltre a quelle conservate dall'archivio del CRAF, le opere in mostra arrivano da diverse collezioni, come la Roberto Salbitani di Roma, Gallerie Paci Contemporary e Massimo Minini di Brescia, Galleria Martini e Ronchetti di Genova, Fratelli Alinari di Firenze, Galleria Civica di Modena e Château d'Eau, Pôle photographique de Toulouse.

La mostra è patrocinata dall’ambasciata di Francia in Italia e dal Ministero dei Beni Culturali. All’evento partecipa la Fondazione Pordenonelegge.it.

Il catalogo della mostra si fregia dell’introduzione curata da Anne Cartier Bresson con un saggio sulla Fotografia del XIX secolo, insieme ai contributi bibliografici di Roberto Salbitani (La fotografia umanitaria), di Claude Nori (L’esperienza di Contrejour), di Jean Marc Lacabe (La fotografia francese contemporanea) e la presentazione delle biografie degli autori in mostra a cura di Walter Liva.

La Fotografia Francese del Novecento
24 luglio – 27 settembre 2015
Spazi Espositivi della Provincia
Corso Garibaldi 
Pordenone
martedì-venerdì, ore 15-19
sabato-domenica, ore 10-19 
entrata gratuita

La Fotografia Francese del Novecento

Foto | La Fotografia Francese del Novecento, Courtesy CRAF - Centro ricerca e archiviazione della fotografia

  • shares
  • Mail