Fabio Moscatelli - Nothing That Has Been,Is Lost

Con una sensibilità che non riserva solo agli effetti, Fabio Moscatelli continua a condividere con noi progetti che usano la fotografia per evocare quello che si spinge ben oltre immagini e parole, anche se la protagonista di questo progetto ha una 'fisima' per le parole e una voglia di vivere a prova di tumore.

marinella-06.jpg

marinella-09.jpg

Marinella ha un tumore ai polmoni.
Marinella è una grande combattente; la malattia le ha tolto molto, ma non la voglia di vivere e di sorridere.
I momenti di sconforto sono molti, spesso la propria casa diventa una piccola prigione da cui è impossibile evadere, perché le forze fisiche non lo permettono.
E allora Marinella sale sul suo tappeto volante immaginario e torna a viaggiare come faceva un tempo, anche se ora vola nel mondo solo con la sua fantasia.
La sua è una storia di forza e di coraggio, di grande umanità; è un inno alla vita ed al suo inestimabile valore.
Quella vita per cui Marinella lotta ogni giorno, tenendosi stretta ai suo ricordi e all’amore di chi la circonda.

marinella-07.jpg

marinella-39.jpg

Marinella: Fabio (Moscatelli) mi chiede di descrivermi...

Ho già scritto tanto di me, protesto. Ma lui insiste e allora aggiungo una breve poesia di Judith Viorst sul potere delle parole.

Ho sempre avuto una fisima per le parole. Ci sono parole che esprimono indifferenza, disinteresse, non curanza e che nascono dall’inezia e dall’apatia interiore, quel torpore che ci tiene all’interno di territori sicuri dove si dicono banalità, si parla del più e del meno, si scherza e non si rischia niente.
Ci sono parole che nascono dagli slanci del cuore e ci accolgono come nell’abbraccio di un tango.
Ci sono parole che aprono porte ed altre che le chiudono.

Ecco la poesia:

‘Consigli si una madre al figlio sposato’
La risposta a ‘mi ami?’ non è ‘ti ho sposato,no?!’
oppure ‘possiamo parlarne quando finisce la partita?’
Non è nemmeno ‘dipende da ciò che intendi per amore’.
O ‘vieni a letto e te lo dimostrerò’.
La risposta non è ‘come posso parlare di amore mentre la pancetta sta bruciando, la casa è nel caos, i bambini strillano come degli ossessi e sto per perdere l’autobus?’
La risposta è sì.
La risposta è sì.
La risposta è sì.

Cosa c’entra questa poesia con questo lavoro?
Per caso (o forse no) un’amica mi racconta che sta seguendo un corso di reportage fotografico.
Mi piacerebbe tanto farlo, ma so che non ce la farei a frequentare le lezioni di sera, quando la malattia si fa sentire.
Le chiedo il numero dell’insegnante e lo chiamo.
‘Ho delle difficoltà a venire a lezione. Mi faresti un corso a casa?’ chiedo.
‘Sì’ risponde Fabio all’altro capo del telefono.
Dal nostro incontro nasce questo lavoro, testimonianza del potere di un sì di fronte alle avversità.

... Ci sono parole che aprono porte ed altre che le chiudono...poi ci sono immagini che le sanno attraversare

Foto | Nothing That Has Been,Is Lost, Courtesy Fabio Moscatelli

  • shares
  • Mail