Festival della Fotografia Etica: Lodi 10-25 Ottobre 2015

Nonostante tutta la resistenza dimostrata nella sua ultima edizione e la EFFE (Europe for Festivals, Festivals for Europe) Label 2015-2016 ricevuta, la fotografia sociale e terapeutica del Perugia Social Photo Fest sarà costretta a rinunciare all'edizione 2015, mentre il Festival della Fotografia Etica 2015 si prepara a riflettere, in modo altrettanto fototerapico, sulle sfumature che animano il complesso di norme morali e culturali che disciplinano le relazioni tra esseri umani, anche e soprattutto quando queste appaiono disumane.

Il festival coordinato da Alberto Prina e Aldo Mendichi, dopo cinque edizioni, passate da 5 a 19 mostre disseminate nella cittadina di Lodi a pochi chilometri da Milano, insieme al crescendo di contributi, stimoli, con relativa attenzione e consenso ricevuto da professionisti, appassionati e studenti (+70% rispetto all’edizione precedente), presenta il suo sesto appuntamento dal 10 al 25 Ottobre 2015.

Una nuova edizione per un universo eterogeneo di fotografi e linguaggi che condividono contenuto e rigore etico, animando un ricco programma di incontri e approfondimenti in 3 weekend di esposizioni, 18 mostre, 24 autori, 4 percorsi tematici e il World.Report Award 2015, mentre l’intera organizzazione basata su passione e volontariato accoglie a braccia aperte volenterosi contributi.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

#FFE2015 photo © Pablo E. Piovano

Posted by Festival della Fotografia Etica on Giovedì 3 settembre 2015

Un programma che può contare sui contributi umanitari esposti nello Spazio World.Report Award 2015, insieme a tutti gli obiettivi puntati sul lato più oscuro del mondo e la sua sfera nutrizionale, a partire dal cibo che uccide, mai arrivato all'Expo Milano 2015, protagonista di un percorso espositivo attento ad abusi e soprusi nello spazio tematico sponsorizzato da Fujifilm Italia.

Spazio Tematico: Il cibo che uccide

El costo humano de los agrotóxicos di Pablo Ernesto Piovano inquadra le conseguenze dall’uso indiscriminato ed incontrollato dei pesticidi dalle multinazionali dell’agribusiness che hanno trasformato l'Argentina in terreno di sperimentazione e di una vera e propria emergenza sanitaria arrivata a colpire 12 milioni di persone, affette da malattie della pelle, problemi respiratori e rare malformazioni. Immagini in bianco e nero che arrivano dritte allo stomaco come un pugno.

In America Centrale, negli ultimi dieci anni, è stata la malattia renale cronica da cause non tradizionali (CKDnT) ad aver ucciso oltre 20.000 coltivatori di canna da zucchero, mentre "Under Cane: A Workers' Epidemic" di Ed Kashi ci porta all'interno delle piantagioni e delle condizioni di rischio con le quali convivono i suoi lavoratori.

La lotta intestina e silenziosa che insanguina i frutti della terra brasiliana dello Stato del Mato Grosso do Sul, saranno in mostra con la "Terra Vermelha" di Nadia Shira Cohen e Paulo Siqueira. Le conseguenze della gravissima forma di‪ obesità‬ vissuta da Hector sono invece protagoniste degli scatti di Lisa Krantz con A Life Apart: The Toll of Obesity di

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

#FFE2015 spazio #IlcibocheuccideDa circa vent'anni, l'#Argentina è diventata terra di sperimentazione per le...

Posted by Festival della Fotografia Etica on Mercoledì 30 settembre 2015

Spazio Approfondimento

Lo Spazio Approfondimento sarà attraversato da un testimone come Massimo Sestini e la retrospettiva "Ho visto cose", insieme ai barconi della disperazione migratoria che arrivano dal "Mare nostrum" (compreso lo scatto vincitore del Secondo posto nella Categoria “General News” del World Press Photo 2015) insieme ai retroscena del nostro paese.

Nello stesso spazio, The Family di Jocelyn Bain Hogg, espone il passaggio generazionale della fiorente malavita di Londra, protagonista del precedente “The Firm”.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Uno sguardo sul mondo

In realtà in questo spazio gli sguardi sul mondo saranno cinque:

Tra terra e nuvole – Cronache dalla Grecia di Francesco Anselmi e sulla drammatica condizione socioeconomica e di emergenza umanitaria di migranti e rifugiati della Penisola Ellenica, riflesso di lacune e contraddizioni dell’Unione Europea.

Visions of Turkey di Bulent Kilic dagli scontri in piazza a Instanbul al crollo della miniera di carbone di Soma, passando per la tragedia umanitaria che continua a consumarsi lungo il confine con la Syria.

Where Love Is Illegal di Robin Hammond con i quasi 2.8 miliardi di persone che vivono in nazioni dove indentificarsi come lesbiche, omosessuali, bisessuali, transessuali o intersessuale (LGBTI) potrebbe portare a reclusione, punizioni corporali o addirittura alla morte.

Black Days of Ukraine di Valery Melnikov documenta i drammatici eventi che hanno colpito ‪la strategica città di ‎Luhansk del sud-est del Paese

Flash points di Philip Montgomery in mostra con una selezione di immagini che analizzano l’intersezione fra le comunità e la crescente militarizzazione delle forze di polizia americane.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

#FFE2015 #spazioONG#Helmand è una delle province afgane maggiormente colpite dal conflitto. Qui, Doctors Without...

Posted by Festival della Fotografia Etica on Lunedì 21 settembre 2015

Spazio ONG

Saranno gli obiettivi dei fotoreporter prestati alle cause di diverse ONG ad arrivare in mostra con

A cuore aperto di Giovanni Porzio per i Bambini Cardiopatici nel Mondo

In the name of Go(l)d di Ugo Lucio Borga con gli Amici per il Centrafrica

Uganda – Land of hope di Alberto Prina per il CESVI

Malnutrition In Boost Hospital di Paula Bronstein per MSF

Il Futuro della Sicurezza Alimentare di Emanuele Bompan per FOOD4
e tutti le domande poste dai Reportage in mostra

Il Boom della Quinoa – Buona per la salute, non per le Ande (Bolivia – altipiano andino) - FAO © Giada Connestari
La produzione nella pianta famosa per le sue proprietà nutritive ha raggiunto livelli record, spinta dalla domanda europea e nordamericani. Ma a quale costo ambientale e di sicurezza alimentare?

Il diritto alla pesca per tutti (Myanmar) - FAO-MAECI © Sanjit Das
Ognuno ha il diritto di sfruttare le risorse naturali, nel rispetto dell’equilibrio di queste. Ma cosa succede quando l’accesso è regolato dalla disponibilità economica?

School for food (Egitto) - MAIS & WFP (Word Food Programme) © Gianluca Cecere
La distribuzione delle derrate alimentari ONU è ancora una strategia importante per contrastare la fame. Ecco un progetto per farla diventare un’opportunità per l’educazione.

L’invasione degli orti Urbani di Dakar (Senegal) - FAO © Giada Connestari
La capitale senegalese vive una fase di crescita. Per garantire l’approvvigionamento ad alimenti freschi e nutrienti, la Cooperazione italiana supporta un progetto di orti urbani che sorgono ovunque nella città.

La storia dimenticata dei beduini di Terrasanta (Palestina) - Oxfam Italia © Annalisa Brambilla
Nella terra di palestina decine di ong lavorano per migliorare lo sviluppo agricolo – pastorale dei palestinesi. Il conflitto perdurante però spesso ha l’effetto di rendere vani molti progetti, tra bombardamenti, demolizioni, confische di terreni. Tra i più colpiti le comunità beduine, spesso ignorate anche dalla stessa autorità palestinese.

Il Sahel dissetato dal sole (Senegal) - Green Cross Italia © Giada Connestari
Il cambiamenti climatico mette a dura prova l’agricoltura del Sahel. La soluzione però può venire dal sole stesso.

Le mostre sono aperte dalle 9.30 alle 23.00. Le mostre dello Spazio ONG presso gli spazi espositivi del Liceo Classico Verri, Collegio San Francesco, Archivio Storico e Piazza Ospitale chiuderanno invece alle ore 18.00.

Festival della Fotografia Etica 2015: programma

Primo weekend

Sabato 10 ottobre

10.00 Visita guidata della mostra A cuore aperto – Bambini Cardiopatici nel Mondo – Fotografie di Giovanni Porzio
11.30 Visita guidata della mostra From There to Here di Giulio Piscitelli, vincitore della sezione Master del World.Report Award 2015

15.00 Incontro: presentazione del libro Hotel Immagine di Simone Donati
16.30 Visita guidata della mostra Where Love is Illegal di Robin Hammond

21.00 Serata: Ho visto cose con Massimo Sestini e Carlo Verdelli

Domenica 11 ottobre
10.00 Visita guidata della mostra In the Name of Go(l)d – Amici per il Centrafrica – Fotografie di Ugo Lucio Borga
11.30 Visita guidata della mostra Under Cane: A Worker’s Epidemic di Ed Kashi

15.00 Incontro: Sara Munari presenta Il fotografo equilibrista. Manuale di acrobazie per comunicare con le immagini. Con Grazia Dell’Oro
16.30 Visita guidata della mostra Terra Vermelha di Nadia Shira Cohen e Paulo Siqueira
17.30 Incontro: introduzione a Lightroom con Alberto Prina

Secondo weekend

Sabato 17 ottobre
10.00 Visita guidata della mostra Malnutrition In Boost Hospital – MSF – Fotografie di Paula Bronstein
11.30 Visita guidata della mostra A Life Apart: The Toll of Obesity di Lisa Krantz

15.00 Incontro: Reaching The Cape, Il Viaggio con Matteo Di Giovanni
16.30 Visita guidata della mostra Section di Elena Anosova, vincitrice della sezione Spot Light del World.Report Award 2015
17.00 Incontro: introduzione a Lightroom con Alberto Prina

23.00 Festa: Echo³, party con l’agenzia Echo Photojournalism, che compie 3 anni

Domenica 18 ottobre
10.00 Visita guidata della mostra Ludovicu di Mariano Silletti, vincitore della sezione Short Story del World.Report Award 2015
10.30 Incontro: Convegno “Etica e fotogiornalismo: un rapporto complesso”. Relatori Elio Franzini, Pietro Collini, Marco Capovilla, Sandro Iovine, Gianmarco Maraviglia e Emanuela Mirabelli
11.30 Visita guidata della mostra Ho visto cose di Massimo Sestini

15.00 Incontro: presentazione del libro The Heavens di Paolo Woods e Gabriele Galimberti
16.30 Visita guidata della mostra Visions of Turkey di Bulent Kilic

Terzo weekend

Sabato 24 ottobre
10.00 Visita guidata della mostra Il futuro della sicurezza alimentare – FOOD4 – Fotografie di Giada Connestari, Sanjit Das, Gianluca Cecere, Annalisa Brambilla
11.30 Visita guidata della mostra Black Days of Ukraine di Valery Melnikov

15.00 Incontro: “Hai fatto firmare la liberatoria?”, coordinato da COOPI
16.30 Visita guidata della mostra The Family di Jocelyn Bain Hogg

21.00 Serata: Innovative storytelling e cooperazione. Il ruolo della fotografia. A cura di Emanuele Bompan e Giada Connestari

Domenica 25 ottobre
10.00 Visita guidata della mostra Uganda Land of Hope – Cesvi – Fotografie di Alberto Prina
11.30 Visita guidata della mostra Tra terra e nuvole – Cronache dalla Grecia di Francesco Anselmi

15.00 Visita guidata della mostra Flash Points di Philip Montgomery
16.30 Visita guidata della mostra El costo humano de los agrotóxicos di Pablo Ernesto Piovano

festival-della-fotografia-etica-2015.jpg

  • shares
  • Mail