Panasonic Lumix DMC-G7, la recensione della mirrorless con il corpo da reflex

Ho messo alla prova la Panasonic Lumix DMC-G7, una mirrorless che non fa minimamente rimpiangere l'ergonomia delle classiche reflex

Le tanto desiderate vacanze, quale migliore occasione per divertirsi con una mirrorless, lasciando a casa l'ingombrante e pesante corredo reflex? Peccato che prendere confidenza con l'ergonomia di alcune mirrorless non risulti poi così semplice. Infatti la riduzione delle dimensioni sacrifica spesso parti importanti per chi è abituato ad usare una reflex.

In una mirrorless non troviamo spesso più il mirino, l'impugnatura sagomata per la mano destra, le doppie ghiere per tempi e diaframmi. Poi ci sono le eccezioni. Come la Panasonic Lumix DMC-G7, una mirrorless a cui non manca nulla dal punto di vista dell'ergonomia, offrendo un'esperienza di utilizzo quanto più simile a quella che avremmo usando un classico corpo macchina reflex.

Ma procediamo con ordine, iniziando con le prime impressioni.

01_dsc_0819.jpg

Prime impressioni

La Panasonic Lumix DMC-G7 cade molto bene in mano. Nonostante io abbia delle mani decisamente grandi riesco ad impugnarla in modo saldo, senza avere neppure un dito privo di appiglio. I comandi fisici sono tanti, come dicevo nell'introduzione. Alcuni controlli poi sono in un certo senso inediti. Come il pulsante coassiale alla ghiera a portata di pollice, che serve per cambiare la funzione delle ghiere stesse. Guardate il video in apertura per capirne meglio il funzionamento. Notevole la possibilità di personalizzazione, con ben cinque pulsanti fisici ed altrettanti pulsanti sul touch screen a cui assegnare una funzione a nostra scelta. Si riesce quindi ad impostare con facilità la fotocamera anche senza staccare gli occhi dal mirino. Peccato che quest'ultimo sia l'unico aspetto che non mi ha convinto del tutto. L'estrazione pupillare è infatti insufficiente per chi come me indossa degli occhiali da vista. Anche schiacciando al massimo il volto contro la fotocamera vedo il bordo superiore oppure il bordo inferiore sfuocati. Nessun problema invece per chi non usa gli occhiali. Sulla funzionalità della fotocamera c'è poco da dire: tutto va come dovrebbe andare. Autofocus, esposimetro, bilanciamento del bianco fanno il loro dovere senza alcun problema. Ho poi apprezzato l'implementazione fotografica delle riprese 4K. La funzione "4K Photo" permette infatti di usare la ripresa video in 4K per realizzare delle raffiche fotografiche alla stessa delle classiche riprese, mantenendo però tutti i controlli classici, dal formato immagine (4:3, 3:2, 1:1, 16:9) a tempi, diaframmi ed ISO. Considerando che un fotogramma 4K corrisponde a circa 8 Megapixels abbiamo comunque delle immagini perfettamente stampabili. Unico aspetto da tenere in considerazione è che l'estrazione del singolo fotogramma è da effettuarsi da fotocamera: una volta estratta la scheda SD ed aperta da PC vedremo la raffica "4K Photo" come un singolo file MP4.

06_p1020017.jpg

Qualità immagine

La Panasonic Lumix DMC-G7 genera dei files JPG ottimi sia per il web che per la stampa. Quasi inesistenti le differenze rispetto al RAW: quest'ultimo risulta semplicemente un po' più nitido. Sul fronte della sensibilità i file sono ottimi fino ai 1600 ISO, dato che la riduzione rumore risulta appena percepibile. Salendo a 3200 e 6400 ISO invece il dettaglio fine va perso, rendendo le immagini leggermente impastate. I due massimi valori di 12800 e 25600 ISO sono invece da utilizzarsi solo per il web o per le stampe di piccole dimensioni, dato che alla evidente perdita di dettaglio si aggiunge una grana ben evidente.

14_confrontoraw.jpg

Conclusioni

Mirrorless oppure reflex? Uno dei classici dilemmi di chi deve partire per le vacanze e deve scegliere tra i due sistemi. Ogni sistema ha infatti i suoi pregi ed i suoi difetti. Ma su un aspetto qualche fotocamera non lascia dubbi. Nel caso della Panasonic Lumix DMC-G7 la certezza è che l'ergonomia non ci lascerà delusi. Con l'unica riserva del mirino, non perfetto per chi usa gli occhiali. Ma per il resto è un corpo macchina che ha pesi ed ingombri da mirrorless, ma un piacere d'uso da classica reflex.

Piace:
- ottima ergonomia
- possibilità di personalizzazione
- qualità immagine

Non piace:
- mirino non nitido per chi usa gli occhiali

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: