La Fabrica del Presente in transizione

4 viaggi nel Presente in transizione con altrettanti progetti di Fabrica per un unico percorso espositivo

Dalla Fabrica di idee e progetti forgiati dal centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group, arrivano quattro diverse esplorazioni del presente in transizione e movimento.

Quattro viaggi con la fotografia e i linguaggi con i quali dialoga, per altrettante prospettive del contemporaneo dinamico e in continua trasformazione.

Il viaggio multimediale di transizione dalla luce al buio dei luoghi più suggestivi d’Italia, con la fotografia di Martina Cirese, i suoni di Geremia Vinattieri e la motion graphic di Christian Coppe.

Il viaggio migrante dal Mar Mediterraneo alla terra di Lampedusa isolana e isolata di Calogero Cammalleri. Quello dalle stanze private ai salotti pubblici dei fotografi iraniani. Quello dei sex offender dal termine della pena alla residenza nel Miracle Village in Florida di Sofia Valiente, premiato con il Word Press Photo 2015.

NIGHT(E)SCAPES. From light to darkness di Martina Cirese, Geremia Vinattieri e Christian Coppe

NIGHT(E)SCAPES. From light to darkness è il progetto multimediale di Fabrica che compie un viaggio insolito in alcuni dei posti più suggestivi d’Italia, con il suo primato di patrimonio culturale e artistico riconosciuto dall’Unesco, usando le fotografie scattate da Martina Cirese (fotografa), i suoni e rumori registrati da Geremia Vinattieri (musicista) e la motion design di Christian Coppe (motion graphic designer), per avventurarsi in paesaggi sonori e inconsueti delle catacombe III secolo di Napoli e delle isole di Venezia, nell’ecomuseo della Pietra da Cantoni delle Langhe, tra i sassi di Matera e le vie disabitate della città fantasma di Craco.

LIPADUSA. From sea to land di Calogero Cammalleri

LIPADUSA. From sea to land è una ricerca fotografica sull’identità dell’isola di Lampedusa, già Africa e ancora Italia (Lipadusa per i suoi abitanti), terra di transizione e migrazione, disperazione e speranza, vissuta, fotografata e raccontata da Calogero Cammalleri, partito a tre anni con la sua famiglia dalla Sicilia per la Germania e ritornato nella sua terra dopo diciassette anni a cercare le proprie origini.

IRANIAN LIVING ROOM. From private to public di fotografi iraniani

IRANIAN LIVING ROOM. From private to public è lo sguardo di 15 fotografi iraniani, scelti dal direttore dell’area Editorial di Fabrica Enrico Bossan, per raccontare con occhi discreti il salotto di casa, come spazio fisico e metaforico, nascosto agli sguardi dei media internazionali e dello stato locale, con le differenze, similitudini e disparità del quotidiano.

MIRACLE VILLAGE. From judgement to absolution di Sofia Valiente

MIRACLE VILLAGE. From judgement to absolution, vincitore del primo premio della sezione “Stories, Portraits” del Word Press Photo è la delicata ricerca di Sofia Valiente alla vita che aspetta i sex offender al termine della pena nel Miracle Village fondato da un ex detective privato divenuto pastore evangelico, nella Florida che impedisce alle persone condannate per reati sessuali nei confronti di minori di vivere a meno di 300 metri da una scuola, da un asilo, da un parco o da un’area giochi. Limite che in alcune città è stato portato fino a 750 metri e al quale sono state aggiunte le piscine, le fermate dell’autobus e le biblioteche.

Per oltre un anno, Sofia Valiente, americana di origini argentine, ha seguito la vita del centinaio di residenti del villaggio, diversi per età, appartenenza sociale ed etnia, condividendone il senso di alienazione, solitudine e le difficoltà della riabilitazione.

Miracle Village racconta le storie di dodici di queste persone: ne segue il viaggio dalla colpa, il peccato, all’espiazione attraverso l’isolamento e il miraggio di un reinserimento sociale.

Quattro diversi sguardi con tante voci e altrettanti prospettive, per un unico percorso espositivo che “La Fabrica del Presente” si prepara a portare in mostra al Museo di Roma in Trastevere con la promozione dell'Assessorato alla Cultura e allo Sport di Roma - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura, sin dall'inaugurazione del 27 novembre aperta dalla performance multimediale con i video (segue quello nella città fantasma di Craco) di Night(e)scapes e la performance live di Geremia Vinattieri.

LA FABRICA DEL PRESENTE
28 novembre 2015 - 24 gennaio 2016
Museo di Roma in Trastevere
Piazza S. Egidio 1B
martedì – domenica, ore 10.00 – 20.00
chiuso lunedì
la biglietteria chiude alle ore 19.00
Biglietti:

non residenti: intero € 8,50; ridotto € 7,50
Residenti: intero € 7,50; ridotto € 6,50
Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente

Foto | La fabrica del presente, Courtesy Fabrica

  • shares
  • Mail