Niente selfie stick e droni per Papa Francesco a Washington DC

Droni e bastoni da selfies rientrano nella lista di potenziali armi vietate durante la prossima visita di Papa Francesco negli USA

I selfie sticks saranno anche pratici, per i virtuosi di autoscatti e foto fuori mano, ma tenendo conto della natura maldestra e malintenzionata di certi individui, come tutti i bastoni che si prestano a trasformarsi in armi improprie, restano sottoposti a rigidi divieti, in diverse occasioni ed ambienti, di ogni angolo di mondo.

Nella lista dei divieti al bastone per selfie rientrano anche certe personalità, come Papa Francesco, fatto oggetto e soggetto di scatti e selfie intraprendenti da una vera folla di fedeli, soprattutto durante le sue scorribande a bordo della cosiddetta papamobile.

Un personaggio reso ancora più scomodo dalla cultura progressista adottata su temi come divorzio, matrimoni gay e aborto, oggetto di potenziali attacchi e attentati durante l'imminente viaggio apostolico a Cuba e negli Stati Uniti (a
Washington, New York e Philadelphia), a qualche mese dai cruciali appuntamenti di Sinodo e del Giubileo anticipato.

Non certo strumenti del diavolo, ma diavolerie pericolose e vietate, a giudicare dalle norme di sicurezza varate dal Servizio Segreto per la visita del Santo Padre (della Chiesa Cattolica) a Washington DC del 22-24 settembre 2015, con i divieti fissati durante gli spostamenti del Papa per le strade della capitale degli Stati Uniti, estesi ad "armi di qualsiasi tipo", includendo nella lista anche i bastoni da selfie e i droni, insieme alle armi da fuoco e gli esplosivi.

Lo sforzo assunto dalla partnership di forze dell'ordine locali e federali, con agenzie di pubblica sicurezza, per ridurre al minimo l'impatto delle misure adottate dal piano sicurezza (che potete leggere per intero nel documento di seguito), non risparmierà comunque controlli a chi deciderà di partecipare alla parata del Papa sulla sua Papamobile, insieme alla confisca di eventuale materiale vietato.

GPA11 15 Papal Visit DC

via | DC - Secret Service 

  • shares
  • Mail