L'importanza del backup e la storia della fotografa Haleigh Wehr

L'importanza del backup delle foto sia a livello personale che professionale

Uno degli incubi ricorrenti di ogni fotografo è perdere le proprie foto, direi che è il secondo in ordine di ansia, secondo solo al perdere l’attrezzatura. Quando si fanno fotografie per lavoro è essenziale tenerle al sicuro, avere schede di memoria affidabili e funzionanti, prevedere un backup alla fine dello shooting e magari farne una doppia copia.

Una sprovveduta e decisamente poco professionale fotografa americana ha combinato un bel guaio, Haleigh Wehr ha lasciato in auto tutta la sua attrezzatura, dei malviventi le hanno scassinato la macchina e hanno portato via tutto, oltre alla fotocamera e alle ottiche anche le schede di memoria che contenevano tutti i suoi lavori degli ultimi mesi. Haleigh Wehr ha perso le foto di circa 20 matrimoni, foto di famiglia e ai bambini appena nati. Foto che non torneranno più e che è difficile (se non impossibile) rifare.

Haleigh Wehr

La fotografa ha dovuto chiamare tutti i clienti coinvolti in questo incidente per informarli del fatto che ha perso tutte le loro foto, lei sostiene che sono stati tutti gentili e comprensivi ma dubito che le affideranno di nuovo i loro momenti speciali e unici.

Al momento è in corso una ricompensa di 5000 dollari per riavere le schede di memoria e Haleigh Wehr spera che questo basti per recuperare le sue foto.

Speriamo che tutto finisca per il meglio ma io trovo inaccettabile non fare un backup dopo un servizio fotografico, fa parte dell’essere professionali adoperarsi per mettere al sicuro i ricordi dei nostri clienti.

Fonte | petapixel

  • shares
  • Mail