Addio photobomber, arriva l'algoritmo che elimina gli elementi di disturbo

Arriva un nuovo algoritmo che ci permette di eliminare automaticamente i photobomber dalle nostre foto

photobomb

Sono considerati elementi di disturbo eppure a me fanno una gran simpatia, sono i photobomber, le persone che irrompono dentro una fotografia e la rovinano. C’è chi lo fa di proposito e chi si ritrova dentro gli scatti per puro caso, c’è chi cerca l’inquadratura perfetta e chi fa di tutto per “inserire” nel proprio rettangolo una persona che inconsapevolmente diventa un photobomber.

Sui social network ne abbiamo visti tanti di photobomb divertenti, da quello della tartaruga verde a quello della Regina Elisabetta II, purtroppo questi simpatici intrusi hanno le ore contate. In occasione della conferenza annuale in Computer Vision and Pattern Recognition, Adobe e gli scienziati della Princeton University hanno annunciato di aver creato un algoritmo che elimina in automatico gli elementi di disturbo dalle nostre foto, sia persone che cose, come automobili, pali della luce ecc.

I ricercatori hanno spiegato:

"Il nostro obiettivo è semplificare e automatizzare il processo cioè creare un software che consenta di eliminare gli elementi che distraggono con un singolo clic o tap tramite la ‘previsione automatica di distrattori’ ovvero quelle regioni di un'immagine che deviano l'attenzione dal soggetto principale e riducono la qualità complessiva dell'immagine stessa".

Per realizzare questo algoritmo è stato usato il software Mechanical Turk (creato da Amazon), gli utenti sono stati invitati a elencare gli elementi da rimuovere nelle foto, raccogliendo i dati è stato possibile capire che gli elementi indesiderati avevano sempre serie di caratteristiche comuni.

Molti programmi di fotoritocco ci permettono di correggere le foto ed eliminare gli elementi di disturbo, la nuova sfida di Adobe è di riuscire a farlo in automatico e in modo corretto.

Fonte | repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail