L'importanza dell'apertura del diaframma

Un piccolo vademecum per imparare a capire l'apertura del diaframma

apertura_diaframma.jpg

Le impostazioni basilari delle macchine fotografiche sono l’apertura del diaframma e i tempi, era così con le primissime macchine ed è così adesso nelle nostre reflex super tecnologiche. Avere ben chiaro il concetto di diaframma ci aiuta a realizzare scatti più belli e soprattutto con cognizione di causa. L’apertura del diaframma serve a regolare la quantità di luce che va ad impressionare il sensore e che ci permette di avere l’immagine corretta.

Il diaframma è un sistema formato da lamelle posizionate a ventaglio inverso che si muove in modo da allargare o restringere il foro centrale. La grandezza del foto viene indicata con il termine “f/” seguito da un numeretto, se il diaframma è aperto vuol dire che le lamelle lasciano passare la luce, quando è chiuso il foro centrale si restringe e passa meno luce.

Per avere il soggetto in primo piano ben staccato dallo sfondo è necessario impostare un diaframma aperto (f/1.8 – f/2.8 ecc) come si fa per i ritratti e le foto macro, se invece volete tutto a fuoco il diaframma chiuso (f/8, f/11) come si fa nei paesaggi.

Foto | wikipedia

  • shares
  • Mail