Perchè le foto di sport antiche sono avvolte da una foschia blu?


Perchè le foto di sport antiche hanno la luce blu? La fotografia sportiva è un genere molto affascinante che negli anni si è evoluta moltissimo, le tecnologie sempre più potenti permettono ai professionisti di catturare espressioni e attimi che neanche l’occhio umano riesce a percepire. Un esempio meraviglioso sono le foto di Rich Clarkson scattate durante la semifinale della nazionale di pallacanestro del 1968, immagini perfette come composizione, luce, colori ed esposizione.

La luce soffusa blu che avvolge lo stadio fa da cornice ai giocatori, li fa brillare ma, al contempo, li ricopre con una luce magica e quasi surreale. Se provate a scattare le stesse fotografie adesso, di questa foschia blu non c’è nemmeno l’ombra… Cosa ha fatto il fotografo? Qual è il suo segreto? In realtà il fotografo c’entra ben poco perché a creare la foschia blu è il fumo delle sigarette degli spettatori mescolato con le luci dello stadio. Dal 1976 sono iniziate le leggi sul divieto di fumo nei luoghi pubblici quindi i fotografi hanno dovuto rinunciare alla dolce foschia blu nelle loro immagini.


Più salute e meno foschia, tutto sommato, mi sembra un buon compromesso.

Fonte | petapixel
Foto | Rich Clarkson

  • shares
  • Mail