La natura “selvaggia” di Alana Celii

the wild di alana celii

Il confine tra la realtà e la finzione nel mondo della natura è un argomento che sta a cuore a numerosi artisti fotografi. In questo caso parlo di una giovane ventiduenne americana chiamata Alana Celii.

In una serie chiamata “The Wild” la fotografa si presta a proporci delle apparenti vedute paesaggistiche naturali, in quanto alberi e piante fanno da protagonisti nei suoi scatti. Tuttavia ci sono degli elementi di disturbo che rendono ambigua la loro visione.

Quelle che sembravano viste sconfinate verso fiumi, monti o mari sono in realtà delle immagini, delle scenografie montate all’interno di un luogo chiuso. Anche le piante e gli elementi naturali sono in realtà fasulli, e tutti si inseriscono all’interno di quello che può sembrare un museo di scienze naturali.

L’ambivalenza della presenza di una natura falsata e la percezione di un luogo artificioso in cui viene collocata, fa di questa serie un lavoro vincente. Oltre a questo progetto, consiglio la visione di “Odd Sympathy” e “Families”.

  • shares
  • Mail