Paris Photo 2015: la fotografia contemporanea al Grand Palais

Uno sguardo a grandi maestri e giovani promesse della fotografia, protagonisti di mostre, eventi, dibattiti e conferenze, dal 12 al 15 novembre 2015

L'attesa per la fiera internazionale di fotografia più bramata da professionisti e appassionati è quasi finita perché la 19a edizione di Paris Photo è pronta a tornare al Grand Palais con 147 gallerie di 34 diversi paesi, 27 case editrici (l’inaugurazione del Photobook Awards 2015 e "The House Project" di Roger Ballen) e ben 1200 artisti che spaziano tra generi e stili del panorama fotografico internazionale.

Un viaggio dello sguardo che lascia convivere mostri sacri del calibro di Lucien Clergue, Nick Knight, Herb Ritts, Robert Mapplethorpe, Daido Moriyama, Sally Mann, Seydou Keita, Malick Sidibè, Horst P. Horst, Robert Polidori, Robert Frank, Josef Koudelka, Gregory Crewdson, Lee Friedlander, Stephen Shore, Henry Cartier Bresson, Philip-Lorca DiCorcia con talenti più o meno giovani come Sigrid Viir, Lukas Hoffmann, Christiane Feser, Adrian Sauer, Marina Gadonneix, Natsumi Hayashi.

Ad affiancare la poetica oscura di Brassaï alla Karsten Greve e le Polaroid in bianco e nero di Guy Bourdin alla Louise Alexander, saranno le sperimentazioni di James Welling alla Peter Freeman, ma anche quelle di Trent Parke alla Stills Gallery e del visionario Gilbert Garcin a Camera Obscura.

Insieme all'India rurale di Jyoti Bhatt alla Tasveer, ci sono i mondi paralleli di Sandy Skoglund alla PACI, la scena del crimine di Weegee alla Daniel Blau, tra test nucleari e visioni in orbita, con tutti i grandi fotografi portati dalla James Hyman, mentre gli anfratti della nostra storia esplorati dallo sguardo austero di "j'étais là" di Stéphane Duroy e Paulo Nozolino arrivano con Leica Camera.

La nuova sezione Prisms curata da Christoph Wiesner e dedicata a lavori in serie e di grande formato, è pronta a portare nel Salone D’Onore ben nove gallerie, insieme ai lavori di Daido Moriyama, Rosalind Fox Solomon, Suzanne Lafont, Boomoon, Evelyn Hofer, Paul Graham, Bae Bien-U, Nobuyoshi Araki e Mitch Epstein, mentre uno spazio sarà dedicato al collezione di Enea Righi, che conta oltre 1.000 opere d'arte contemporanea di artisti del calibro di Cy Twombly, Nan Goldin e Hans-Peter Feldmann.

Una foto pubblicata da PARIS PHOTO (@parisphotofair) in data: 2 Nov 2015 alle ore 12:58 PST

Paris Photo
12 -15 novembre 2015
Grand Palais
Avenue Winston Churchill
Paris

Foto| Courtesy Paris Photo

  • shares
  • Mail