Grandi fotografi a Roma, per il Giubileo e il clima

In tempi di Conferenza sul clima e Giubileo, dignità umana e cambiamento climatico sono nell'obiettivo di grandi fotografi, dalla Basilica di San Pietro alla mostra del National Geographic

Scettici e ottimisti di tutto il mondo aspettano di conoscere l'esito della conferenza sul clima COP21, riunita a Parigi con l'ambizione di raggiungere un accordo più risolutivo di quello di Kyoto, stabilendo chi pagherà realmente il costo dell'inevitabile riduzione delle emissioni, prodotte dal nostro stile di vita irresponsabile, insieme al disastroso cambiamento climatico.

Tematiche nell'obiettivo di grandi fotografi e cineasti, anche domani, martedì 8 dicembre 2015, giorno dedicato alla festa cattolica dell'Immacolata Concezione e all'apertura del Giubileo straordinario della misericordia, quando le immagini ispirate ai temi del cambiamento climatico e della dignità umana contenuti nell’enciclica «Laudato Si'» di Papa Francesco, contribuiranno a trasfigurare la facciata della Basilica di San Pietro a Roma.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

A partire dalle ore 19, settanta fotografie che arrivano dai cinque continenti con la Genesi di Sebastião Salgado e da altrettanti angolo di mondo con grandi fotografi e cineasti, sono pronte ad animare per tre ore l'installazione dell'opera d'arte pubblica "Fiat Lux - Illuminating Our Common" (le stesse parole con cui ha inizio la creazione nel Libro della Genesi), live per chi si trova in Piazza San Pietro, in diretta televisiva attraverso i network mondiali presenti e in streaming su internet.

Un viaggio nelle immagini dell'uomo e della natura, arricchito dal contributo di Salgado e da quello di Steve McCurry, gli scatti sommersi di David Doubilet e quelli del National Geographic Photo Ark di Joel Sartore, ovvero la sorta di arca di Noè delle immagini di 12.000 specie animali che si stima vivano in cattività tra gli zoo e i parchi di tutto il mondo, comprese quelle estinte mentre le fotografava.

Tutto questo insieme a "Human" di Yann Arthus Bertrand e "Samsara" di Ron Fricke e Mark Magidson, la fauna marina di Howard Hall e Shawn Heinrichs, Greg Huglin, Chris Jordan, Paul Nicklen e Louie Schwartzberg.

La sinfonia visuale della natura messa a rischio del nostro concetto di "progresso", pronta ad animare l'opera curata dallo storico, fotografo e documentarista di National Geographic Louie Psihoyos, insieme a Travis Threlkel, fondatore della società 'Obscura Digital' che produce l'evento, in partnership con la Vulcan Inc. di Paul Allen e la Li Ka Shing Foundation, in collaborazione con la Oceanic Preservation Society.

L'incontro tra grande fotografia e Giubileo prosegue con la mostra del National Geographic Sorella Terra: la nostra casa comune, a cura di Marco Cattaneo e della redazione National Geographic Italia, allestita al secondo piano del Museo di Roma, Palazzo Braschi (Piazza Navona, 2 / Piazza San Pantaleo, 10), dal 22 dicembre 2015 al 28 febbraio 2016.

Un viaggio che arriva a Roma in omaggio a Papa Francesco, ritratto in esclusiva da Dave Yoder, alla sua enciclica in difesa della Terra e i suoi 246 paragrafi divisi in 6 capitoli, illustrati da oltre 60 scatti realizzati dai migliori obiettivi del National Geographic,

Obiettivi puntati sulla fragilità, sofferenza e bellezza della nostra Terra, in mostra con le fotografie di Jonas Bendiksen, James P. Blair, Ira Block, Jodi Cobb, Jad Davenport, David Doubilet, Gordon Gahan, Greg Girard, Fritz Hoffmann, Lynn Johnson, Menahem Kahana, Ed Kashi, Karen Kasmauski, Robb Kendrick, Tim Laman, Frans Lanting, Pablo Leguizamon, David Liittschwager, Luca Locatelli, Pablo Lopez Luz, Steve McCurry, Michael Melford, Palani Mohan, Paul Nicklen, Carsten Peter, Jim Richardson, Ruben Salgado Escudero, Joel Sartore, il Servizio fotografico L’Osservatore Romano, John Stanmeyer, George Steinmetz, Marcelo Tasso, Mike Theiss, Mark Thiessen, Tyrone Turner, Stefano Unterthiner, Stephen Wilkes, Michael S. Yamashita, Dave Yoder, Christian Ziegler.

Foto | kit stampa

  • shares
  • Mail