LaMem, la web app del MIT che valuta quanto una foto sia memorabile

Gli scienziati del MIT hanno sviluppato un algoritmo utilizzabile con la web app LaMem per valutare quanto una foto sia memorabile

Scattare una "buona fotografia" non è poi così difficile. Grazie ai vari automatismi come autofocus ed esposimetro quasi il 100% delle foto che scattiamo sono infatti "buone". Ma per "buone" vuol dire semplicemente che il soggetto ripreso è riprodotto in modo riconoscibile.

Tutt'altro discorso è ottenere una foto "memorabile". Ovvero che resti nella memoria delle persone e che non si disperda tra le centinaia se non migliaia di immagini che vediamo ogni giorno sui vari media. Ma come si può misurare quanto una foto sia memorabile? Una risposta può essere fornita da LaMem, una web app che fornisce un punteggio da 0 ad 1 in base a quanto una foto resti in memoria.

La web app è stata sviluppata dagli scienziati del MIT, che hanno sottoposto ad un campione di 5000 persone una serie di foto da valutare. In base a queste valutazioni è stato creato un algoritmo che analizza le immagini alla ricerca di "particolarità" che le renda per l'appunto memorabili. Queste particolarità vengono evidenziate con una mappa cromatica che ricorda una termofotografia.

Le aree più particolari sono quindi di colore rosso, quelle meno particolari di colore blu. Io ho provato a sottoporgli una mia foto con la quale sono diventato "fotografo della settimana" su Photo4u.it. Ho ottenuto un "Memorability: High (score: 0.81)". Quindi funziona. Provatelo anche voi e diteci come è andata!

Via | PetaPixel

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: