Henri Cartier-Bresson. Collezione Sam, Lilette e Sébastien Szafran

L'indiscutibile contributo fornito alla fotografia e al foto-giornalismo, dallo sguardo e gli obiettivi (35 e 50 mm) di Henri Cartier-Bresson, non ha bisogno di grossi sofismi e letture articolate sulla sua capacità di cogliere istanti e atmosfere del quotidiano.

Dall'incoronazione di Re Giorgio VI restituita dai suoi spettatori, al suo ultimo scatto intimista, bastano le immagini, lontane da luoghi comuni, miti e istanti (talvolta) decisivi, come quelle scelte da Clément Chéroux per la retrospettiva che ne ha portato lo sguardo acuto da Parigi a Roma.

Le immagini della Collezione Sam, Lilette e Sébastien Szafran propongono un ulteriore approccio, restituendo un riflesso fedele del percorso artistico di Bresson, attraverso le foto scambiate per oltre un trentennio con il “caro amico” Sam.

Stampe originali in bianco e nero, spesso con dedica e giochi di parole che raccontano all'amico paesaggi esplorati e volti amati, amici comuni (da Man Ray a Robert Doisneau) e viaggil momenti storici e lievi, come quello scattato dietro la stazione Saint-Lazare a 25 anni, con un valore alla portata di tutti, ben prima che elogi e critiche la rendessero un'icona del nostro immaginario.

C3_141

Nel 1972 Cartier-Bresson e Szafran si erano incontrati a Parigi, in occasione di una mostra di alcuni disegni a carboncino di Sam, Cartier-Bresson gli chiese di dargli lezioni di disegno, iniziando lo scambio trentennale di immagini accompagnate da dediche, riflessioni, giochi di parole o versi improvvisati, confluite nella collezione donata alla Fondazione svizzera Pierre Gianadda alla sua scomparsa.

Ora una selezione di oltre 200 di queste stampe ai sali d’argento, arrivano nella dimora tardo-medievale di Palazzo Gromo Losa, con la mostra a cura di Jean-Henry Papilloud e Sophia Cantinotti, inaugurando lo spazio restaurato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella per ospitare le migliori proposte culturali e valorizzare l’intero Biellese.

Henri Cartier-Bresson.
Collezione Sam, Lilette e Sébastien Szafran.
La Fondazione Pierre Gianadda a Biella

19 marzo - 15 maggio 2016
Palazzo Gromo Losa
Corso del Piazzo, 24
Biella

  • shares
  • Mail