Il formato JPEG, quando usarlo e quando evitarlo

Il formato JPEG è quello più utilizzato per le fotografie, quando vediamo una foto su internet, su un sito o la riceviamo per email nella maggior parte dei casi è sempre in JPEG. Il JPEG è infatti il formato standard per la memorizzazione delle fotografie perché è compatibile con tutti i sistemi e le piattaforme, è compresso e dunque leggero, e quindi molto efficiente e versatile.

jpeg

La compressione del JPEG è un parametro che si può regolare e che va da 1 a 12, dove 1 indica la minima qualità e leggerezza e 12 una versione migliore del file ma più pesante. Il JPEG è un formato che va benissimo per la condivisione delle immagini e in molti casi anche per la stampa. Quando si scattano le foto invece si deve impostare in macchina il formato RAW che non è compresso ne manipolato in automatico tramite algoritmi preimpostati e quindi ci permette di avere il controllo del 100% sull’immagine. L’iter corretto è dunque scattare in RAW lavorare i file in JPEG o in Tiff e poi avere un file definitivo ad alta risoluzione in JPEG.

Foto | iconarchive

  • shares
  • Mail