Attentati a Bruxelles tra fotoreporter, foto in posa e integrità

Khaled Al Sabbah da fotogiornalista a fotografo per colpa di una foto messa in posa

Il fotogiornalismo è un tipo di fotografia in cui la realtà va raccontata per quella che è, senza abbellire, aggiungere, sistemare e mettere in posa niente, la verità per quella che è, cruda e senza filtri, cercando di dosare tutto con empatia, occhi ed etica. Gli attentati di Bruxelles sono l’ennesimo fatto di cronaca che tanti fotografi hanno raccontato con le immagini, durante un servizio su Fox News il fotografo James Pomerantz ha notato qualcosa di strano sullo sfondo: un fotografo stava facendo mettere in posa una bambina in uno dei luoghi della memoria. Può sembrare una sciocchezza ma chi si occupa di questo genere di foto non dovrebbe farlo…

foto bruxelles

Alla fine si è risaliti al fotografo presente nel video che è Khaled Al Sabbah e che, colto sul fatto, ha cambiato la sua professione su Instagram da “fotogiornalista” a “fotografo”, una piccola ma sostanziale differenza. La foto ”incriminata” è stata pubblicata su Instagram ma in seguito alle polemiche Khaled Al Sabbah l’ha rimossa ma nel suo account ce ne sono comunque tante altre scattate a Bruxelles...

Khaled Al Sabbah

Lui ha scritto su Instagram che si trattava di una foto personale e non un lavoro… si è sicuramente reso conto di aver sbagliato e sono certa che la prossima volta starà più attento a non cadere in queste leggerezze. Se invece si tratta di un modus operandi salterà fuori molto presto, ormai con i mezzi che abbiamo non ci si può più nascondere dietro un dito.

Il fotogiornalismo è una professione delicata e complessa e si deve rispettare seguendo le regole, l’integrità non è negoziabile.

Una foto pubblicata da Khaled Al Sabbah (@khaled_al_sabbah) in data: 24 Mar 2016 alle ore 14:15 PDT

  • shares
  • Mail