Trees di Irene Kung

Dopo aver spinto lo sguardo oltre il reale e la fotografia in città invisibili degne dell'estro di Calvino, la foresta dell'anima di Irene Kung, si abbandona al moto tumultuoso dell'acqua e la visione leggiadra delle nuvole, mentre i rigogli della natura mettono radici nel giardino segreto e senza tempo che contempla tutte le stagioni e i canti degli alberi.

Visioni d'incanto, in perfetto equilibrio tra natura e artificio, studio della luce, abilità tecniche, significati simbolici e scenografie di notti profumate, tra olivi secolari, pale carnose del fico d'india e bianco candore del melo in fiore, fronde piegate dal tempo e agitate dal vento.

“Nel mio modo di lavorare è possibile riportare l’albero a quello che ho sentito. Il mio lavoro consiste proprio in questo: tolgo ciò che non è essenziale per far vedere l’albero com’è, come lo sento. È intuizione, è irrazionale: il razionale ci può portare fuori strada, il sentimento no.”

Irene Kung

Alberature reali per una foresta incantata che, l'artista di origini svizzere e formazione pittorica, 'dipinge con la fotografia' e, dopo aver portato alberi da frutto nel Cluster di EXPO 2015, ha raccolto nella pagine del volume ‘Trees’ curato da Alessandra Mauro ed edito da Contrasto.

cover_trees.jpg

Una foto pubblicata da Irene Kung (@irene__kung) in data: 31 Gen 2016 alle ore 05:59 PST

L’edizione limitata del libro, in tiratura di 100 copie con una stampa originale firmata dall’artista, accompagna la mostra omonima, alla Contrasto Galleria di Milano, dal 6 aprile al 29 luglio 2016.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

See you next week at Contrasto Galleria ?

Pubblicato da Irene Kung su Martedì 29 marzo 2016

Foto | Trees di Irene Kung, Courtesy Contrasto Galleria

  • shares
  • Mail