Ciao ciao alla fotocamera Lytro: la messa a fuoco dopo lo scatto sarà dedicata alla realtà virtuale

Jason Rosenthal, amministratore delegato di Lytro, ha confermato che abbandoneranno il settore consumer per dedicarsi alla sviluppo della realtà virtuale con Lytro Immerge

Che si trattasse di un prodotto di nicchia era fuori discussione. Ma la storia della Lytro come prodotto consumer è praticamente terminata dopo soli 5 anni e due modelli usciti sul mercato. Infatti Jason Rosenthal, amministratore delegato di Lytro, ha confermato che abbandoneranno il settore consumer per dedicarsi alla sviluppo dei loro prodotti dedicati alla realtà virtuale.

Una scelta indubbiamente importante, che sposta tutte le energie e quindi gli investimenti sul progetto Lytro Immerge, dove al momento non c'è nessun altro concorrente. Invece nel settore consumer la concorrenza degli smartphone è schiacciante: non è una novità che la maggior parte degli utenti si "accontenta" dei risultati ottenuto con il proprio "telefonino".

lytro_immerge.jpeg

Oltre tutto la tecnologia plenottica, ovvero quella per l'appunto che consente di mettere a fuoco dopo lo scatto, sta progressivamente arrivando proprio sugli smartphone. Quindi la Lytro Light Field Camera del 2011 e la Lytro Illum del 2014 diventano automaticamente dei pezzi di storia... e da collezione!

Via | dpreview.com

  • shares
  • Mail