La risposta di Steve McCurry sulla foto incriminata in mostra a Torino

La risposta di Steve McCurry a Fotocrazia sulla foto della mostra a Torino

In questi giorni Steve McCurry è stato al centro di una grossa polemica in merito ad una sua fotografia esposta a Torino che presenta una zona clonata male in cui si vede perfettamente che una persona è stata spostata da una parte all’altra dello scatto per rendere la composizione più armoniosa. Questo genere di errori non si perdonano, lo sappiamo bene… i ritocchi si possono fare purchè siano fatti bene. La foto incriminata è rimbalzata da una parte all’altra di internet e dei social e, ovviamente, non sono mancati gli sfottò ma, prendendo tutto con la giusta misura, direi che ci può stare.

Steve McCurry ha fatto uno scivolone, probabilmente non è stato lui ma, da bravo professionista quale è, si è assunto le sue responsabilità e non ha scaricato la colpa a nessuno. Proprio oggi è apparso un articolo su Fotocrazia in cui Michele Smargiassi riporta un dialogo telefonico con lo stesso McCurry che non accusa nessuno ma afferma anche che “Il tecnico di laboratorio che ha commesso l'errore non lavora più con me”. Guarda caso adesso è un ex collaboratore...

Steve McCurry

Quello che vorrei dire su tutta questa faccenda è che McCurry è un uomo e come tale può commettere errori, inoltre lui -uomo-, si affida ad altri collaboratori come tecnici, grafici, fotografi, anche questi uomini che, come tali, possono sbagliare. Non è bello che in tutto il workflow che dal file arriva alla stampa nessuno si sia reso conto di nulla o non abbia detto niente, probabilmente con un po’ di attenzione in più da parte di tutti questo non sarebbe accaduto.

Quello che non mi piace di tutta questa faccenda è che la maggior parte dei fotografi è sempre con il dito puntato verso gli altri, sempre a caccia di errori, come se i fallimenti degli altri portassero qualcosa di buono a noi. Invece di gongolare degli errori degli altri, impariamo dall’errore di McCurry, alla prossima mostra stiamo tutti un po’ più attenti, facciamo visionare file e stampe da qualcuno che non li ha mai visti e forse da questa cosa avremo imparato qualcosa di buono.

Nessuno è infallibile…

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: