Il drone colpisce in faccia lo sposo: non era meglio usare un pole?

Un drone impazzito a causa di improvvise raffiche di vento ha colpito al volto uno sposo, provocandogli tagli che hanno richiesto l'intervento di chirurghi

Il drone wedding, meglio noto come matrimonio con riprese aeree, è una delle tendenze del momento. Peccato che tale moda vada contro le più ovvie norme sia di prudenza che di legge. Infatti come ricorda il fotografo professionista Max De Martino la legge in questo senso è molto chiara:

"nel caso di assembramenti di persone, cortei, manifestazioni sportive o aree dove si verifichino concentrazioni inusuali di persone è vietato far volare un drone"

Ma la madre dei cretini è sempre in sala parto, quindi sulla cronaca di oggi di Palermo Today leggiamo che uno sposo è stato colpito in faccia da un drone, impazzito a causa di improvvise raffiche di vento, riportando tagli che hanno richiesto una visita al reparto di Chirurgia.

Copyright Calcagno Media

Usare un drone con eliche coperte sarebbe infatti meglio. Usare un banale pole o monopiede sarebbe ancora meglio. Usare sempre la testa è comunque meglio.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: