Foam Talent 2016: 24 giovani talenti della fotografia internazionale

Da Hidden Islam di Nicolo Degiorgis a Honeymoon di Juno Calypso, tra i 24 giovani talenti della fotografia internazionale selezionati dal Foam Talent 2016

Ben pochi appassionati ed esperti di fotografia non conoscono il FOAM di Amsterdam come uno dei Musei di Fotografia migliori del mondo, non solo per le esposizioni che ospita.

Tra le ragioni che lo rendono particolarmente ambito dai giovani talenti della fotografia internazionale under 35, c'è la call del Foam Talent che ogni anno seleziona i più promettenti, per le pagine del suo magazine, le mostre ed iniziative concepite per incentivare talento e carriera.

Operando una selezione di 1494 partecipanti di 75 diversi paesi, la Foam Talent 2016 ha scelto i suoi 24 giovani fotografi che saranno protagonisti del Foam Magazine Talent dalla fine di agosto, anche se sarà presentato ufficialmente solo durante Unseen Photo Fair 2016 di Amsterdam, il 23-25 ​​settembre 2016.

Nella gallery potete iniziare a sbirciare alcuni scatti dei progetti selezionati, come Hidden Islam del fotografo di Bolzano Nicolo Degiorgis, tra gli italiani del Foam Talent 2016.

Hidden Islam, accompagnato da un testo di Martin Parr e il progetto editoriale auto-prodotto con la casa editrice Rorhof fondata da Degiorgis, già vincitore del premio della Fondazione Aperture a Paris Photo e dell'Author Book Award ai Rencontres d’Arles, nella sezione giovani autori, è un’indagine sui luoghi di preghiera degli immigrati islamici in Italia, improvvisati in garages, negozi, magazzini, palestre e vecchie fabbriche, a nord del nostro paese e della cultura meno aperta al diritto di culto.

Con lui anche Exeresi del fotografo nato a Massa Paolo Ciregia e la prospettiva del doppio progetto Kabul+Baghdad del fotografo di Bari Antonio Ottomanelli già esposto a CAMERA di Torino.

La mia gallery che offre una piccola selezione (fornita dal Foam) dei progetti selezionati, dai rifugiati del campo di Choucha nell'Empire di Samuel Gratacap, alla Street Fashion del progetto personale di Jack Davison, è aperta dalla visione speculare e ironicamente contemporanea di Joyce, alter-ego degli autoscatti di Juno Calypso nella serie Honeymoon e la sua indagine sulle complessità dell'identità e della sessualità femminile.

Il progetto, vincitore del premio del pubblico al Catlin Art Prize nel 2013 e già esposto da Londra a New York, è realizzato dalla giovane fotografa londinese nel Penn Hills Resort di Pennsylvania, hotel per lune di miele e coppie in crisi che sposa tutti i cliché del motel kitch all’americana, stile Twin Peaks, ideale set per l'esplorazione delle pressioni sociali e delle ossessioni personali, alle quali è sottoposto e si sottopone il genere femminile.

"Uno dei miei scatti preferiti è 12 Reasons That You're Tired All The Time. L'ho ripreso da una rivista femminile che ho trovato a casa di mia nonna, forse un Marie Claire. Mi ha subito colpita, perché era proprio così che volevo che Joyce apparisse nelle mie foto, in quel momento. Stanca. Ricordo di aver letto l'articolo e tutti i consigli mi sembravano estremamente banali, scontati. Cose tipo, 'Bevi più acqua!' e 'Dormi di più!' Era un articolo abbastanza superficiale, ma mi ha dato da pensare."

La quadra dei 25 al completo conta:

Sofia Ayarzagoitia (Mexico), Juno Calypso (UK), Bubi Canal (Spain), Paolo Ciregia (Italy), Sam Contis (US), Jack Davison (UK), Nicolo Degiorgis (Italy), Katinka Goldberg (Sweden/Norway), Andrea Grützner (Germany), Samuel Gratacap (France), Maxime Guyon (France), Felicity Hammond (UK), Alexandra Hunts (Ukraine/The Netherlands), Taejoong Kim (South Korea), Nico Krijno (South Africa), Leo Maguire (UK), Stefanie Moshammer (Austria), Andrés Felipe Orjuela (Colombia), Antonio Ottomanelli (Italy), Daan Paans (The Netherlands), Louise Parker (US), Andrejs Strokins (Latvia), Ilona Szwarc (PL/US), Daisuke Yokota (Japan).

Una selezione dei progetti di questi fotografi, sarà presentata anche con la mostra open hair al Mercator-square (Mercatorplein) di Amsterdam, dal 25 luglio al 29 agosto 2016, grazie a City of Amsterdam e District West.

Nel 2017 il tour espositivo tocca per la prima volta anche gli Stati Uniti, facendo tappa al Red Hook Labs di Brooklyn, dal 20 marzo al 16 aprile 2017, durante la 37° edizione del The Photography Show (presentato da AIPAD).

Il viaggio torna poi in Europa, con la tappa alla Beaconsfield Gallery Vauxhall di Londra, dal 18 maggio al 18 giugno 2017.

Per chi è interessato alla prossima selezione del Foam Talent, la call del 2017 resta aperta dal 1° febbraio al 19 marzo 2017.

Foto | Foam Talent 2016, Courtesy Foam (Press office)

  • shares
  • Mail