Fotografi in trincea e dietro l'anima di un cannone della Grande Guerra

Mentre la nostra nostra soglia di orrore e pudore si lascia frastornare da ogni genere di visione, la fotografia chiamata a documentare gli aspetti e i momenti più sconcertanti della nostra esistenza, torna in trincea con 100 fotografie amatoriali, in gran parte inedite, scattate durante i 41 mesi della Prima Guerra Mondiale da decine di soldati senesi appassionati di fotografia.

Visioni di orrore e speranza, dietro l'anima di un cannone e gli obiettivi amatoriali di 36 giovani uomini di ogni classe sociale e temperamento, dallo studente al boscaiolo, dall'aristocratico al contadino, costretti a condividere la trincea della guerra del '15-'18, dal noto fronte dell’Isonzo al più remoto scenario albanese, fino al "fronte interno" di Siena e della sua provincia.

fig-4-enrico-barbera-lanima-di-un-cannone-fotografata-1916.jpg

Storie dal fronte e fotografie in trincea pronte ad offrire una prospettiva più insolita sulla Grande Guerra studiata a scuola, in mostra con la selezione di fotografie riscoperte in 22 archivi privati, insieme a brani tratti da diari, lettere e cartoline che arrivano da altri 18 archivi, con la prospettiva amplificata da 15 dipinti realizzatati da Giulio Aristide Sartorio, con foto e schizzi colti sulla linea del fronte tra il 1917 e il '18.

Fotografi in trincea. La grande guerra negli occhi dei soldati senesi
29 ottobre 2016 - 15 gennaio 2017
Santa Maria della Scala
Piazza del Duomo 1
Siena

Foto | Fotografi in trincea. La grande guerra negli occhi dei soldati senesi
Via | Ufficio Stampa Opera – Gruppo Civita

  • shares
  • Mail