Child survival in a changing climate: l'infanzia in pericolo di Luca Catalano Gonzaga

Tra tanti progetti, reportage, obiettivi e punti di vista, che inquadrano gli effetti dei cambiamenti climatici sull’ecosistema, l’economia e la geografia di interi continenti, Child survival in a changing climate di Luca Catalano Gonzaga si concentra sui bambini e le giovani esistenze stravolte da siccità, fame e malattie, in Africa e India, per inquadrare realtà e soluzioni che guardano al futuro.

L’obiettivo si sposta dai piccoli profughi della città campo di Dadaab a nord-est del Kenya, in fuga dalla siccità e dalla desertificazione del Corno d’Africa, a quelli che devono fare i conti con l’avanzamento del Gobi in Mongolia e del Sahel in Burkina Faso, mentre in Zambia e il Golfo del Bengala sopravvivono agli effetti negativi che provocano troppe precipitazioni, e la città di Dhule in India, sorta con il campo eolico, lascia ai bambini qualche speranza ed esempio per il futuro.

Il progetto fotografico realizzato da Witness Image, sostenuto dalla Fondazione Nando Peretti con il Patrocinio del Comitato Italiano per l’UNICEF, e supportato dall’acquisto delle stampe, dopo aver vinto diversi premi e diffuso un po’ di consapevolezza e speranza, arriva anche in mostra alla Fondazione Forma per la Fotografia di Milano, con le 100 immagini protagoniste di Infanzia in Pericolo. Child survival in a changing climate, dal 19 settembre al 14 ottobre 2012. Nel frattempo, per approfondire l’argomento direttamente con il fotografo, si può approfittare anche dell’intervista rilasciata ad Anna Mola per il Magazine francese Private.

 Burkina Faso, Gandafabou, December 2010 - Desertification in the Sahel
 Mongolia, Gobi desert, June 2011 © Luca Catalano Gonzaga
Bangladesh, Chalna, September 2010. Children playing in the village of Chalna
Burkina Faso, Markoye, December 2010. Trunk of a dead tree near Markoye village.

Foto | Private.

  • shares
  • Mail