Selfly, il drone che è anche una custodia per smartphone

Selfly è un drone portatile racchiuso in una custodia per smartphone

I droni sono senza dubbio il giocattolino tech del momento, hanno aperto le porte ad un nuovo tipo di comunicazione e di avventure e ci permettono di raccontare il mondo da prospettive meravigliose. Oltre ai droni dei grandi marchi, come ad esempio DJI, negli ultimi mesi abbiamo visto tantissimi progetti di start-up indipendenti che ci propongono droni particolari, più economici o rivoluzionari. Selfly è l’ultimo nato, un drone molto particolare perché in realtà è una cover per smartphone in grado di spiccare il volo per scattare un selfie, un progetto interessante perché abbatte i due ostacoli maggiori che accomunano tutti i droni: prezzi elevatissimi e attrezzatura pesante.

Selfly è stato ideato da un ex ortodontista israeliano, Hagay Klein, che ha già il suo prototipo funzionante, un dettaglio importante perché spesso vengono prima raccolti i soldi e poi messo a punto il progetto, con un altissimo rischio di non rientrare nelle tempistiche. Selfly è una custodia versatile e leggera, è spessa solo 9 millimetri e si può adattare a diversi smartphone come iPhone 6 e 7 (anche Plus), Galaxy S6 e S7 (anche Edge) e al Nexus 6. Il prezzo su Kickstarter è di 100,00 dollari, in seguito verrà commercializzata a 140,00 dollari.

Per fare un “selfie volante” vi basterà sganciare il quadricottero che compone Selfly e fargli spiccare il volo. Selfly presenta una fotocamera da 8 megapixel che può girare video a 1.080 pixel e 30 frame al secondo, chiaramente si controlla tutto tramite un’app per smartphone.

Selfly ha riscosso un enorme successo su Kickstarter, mancano ancora 36 giorni di crowdfunding ed ha quasi raddoppiato l’importo richiesto per far decollare il progetto. Se vi piace sbrigatevi perché le varie offerte hanno un numero limitato di sostenitori.

  • shares
  • Mail