KURT AMMANN. Solo show

Tra il meritato riposo di un giovane bracciante di Istanbul all'ombra del suo cappello, a quelle che non riescono ad oscurare l'espressione divertita di Marc Chagall in Francia, si staglia il viaggio in un ventennio di foto scattate da Kurt Ammann, tra la fine degli anni quaranta e la fine degli anni sessanta, ad una società decisa a superare gli orrori della Seconda Guerra Mondiale.

Un viaggio costellato da istanti di quiete e stati d'animo fiduciosi, dalle strade del Messico alle risaie della Corea del Sud, dalle signore di Kyoto al calendario di lavorazione de Le notti di Cabiria, oscurato dall'ombra interdetta di Federico Fellini.

Immagini di una società in stato di grazia, colte sin dal 1948 dal fotografo nato a Berna nel 1925, vissuto tra Parigi e Monaco di Baviera, inviato dell’ONU in Corea del del Sud e in Giappone, fotoreporter in tutta Europa, Canada, Nord e Sud America.

30 fotografie selezionate per la personale del fotografo svizzero, a cura di Giovanni Pelloso, saranno ospitate negli spazi milanesi della 29 Arts In Progress, dopo una breve anticipazione collettiva al MIA Photo Fair 2017, con Gian Paolo Barbieri e Ronald Martinez.

KURT AMMANN
Solo Show

17 marzo – 1 aprile 2017
29 ARTS IN PROGRESS Gallery
Via San Vittore, 13
Milano

Foto | KURT AMMANN. Solo show
Via | CLP Relazioni Pubbliche

  • shares
  • Mail