Me nè da forma ai luoghi mentali della natura umana

Le visioni creative di Me nè, spaziano dalla texture più materica della fotografia all'installazione più scultorea, dai luoghi mentali a Confini 14

Ci sono viaggi capaci di portarci ovunque, ma avventurarsi nelle pieghe più oscure, sublimi e conturbanti della natura umana, richiede una certa familiarità con la sua dimensione più primordiale, la sensibilità necessaria per sviluppare l'approccio ideale, l'agilità indispensabile a spostarsi continuamente tra luoghi fisici e quegli schemi mentali che, al contempo, limitano e liberano.

Il viaggio di Me nè (aka Simone Meneghello) nei Luoghi Mentali, segue coordinate analoghe, con silhouette metaforiche della natura umana, liberata dalla carne del reale, delimitata da spazi cubici.

Me Nè esplora gli spazi mentali nei quali i nostri istinti e la società costringono a muoversi, mettendo a frutto un approccio poliedrico alla rappresentazione dei tratti più essenziali e metaforici della figura umana, ispirata dal 'primitivismo' dell’arte nuragica dei bronzetti sardi precristiani (brunzìttu nuragicu), insieme ad un linguaggio creativo che spazia dalla texture più materica della fotografia all'installazione più scultorea, con quel pizzico di poesia che eleva il tutto a sublime forma d'arte.

Un post condiviso da Me Nè (@simomene) in data:


Il dinamico e multiforme progetto di Me nè, spinge le sue visioni filiformi ad attraversare le fasi di Costrizione / Trasformazione / Equilibrio dello spazio mentale che fornisce le coordinate a quello fisico, lasciando annichilire alcuni, saggiare limiti e confini ad altri, insieme a quanti provano a superarli o forzarli, raggiungendo un equilibrio che ne cambia la percezione.

Il moto inarrestabile delle visualizzazioni fotografiche, scultoree ed installative del progetto e dell'approccio artistico di Me nè, continua nella dimensione espositiva, passata dalla Costantini Art Gallery che lo rappresenta, il MIA Photo Fair 2016 e un evento contro la violenza sulle donne, alle tappe della 14ª edizione di Confini, in mostra con le opere dei vincitori in tutta Italia, fino al prossimo autunno (il calendario nel link a seguire).

Il mese di marzo profuma già di personale a Palermo, ma per restare aggiornati sui prossimi appuntamenti e spostamenti dei progetti di Simone Meneghello, basta controllare sito e social network.

Me Nè. Luoghi mentali
17 marzo – 22 aprile 2017
Inaugurazione: venerdì 17 marzo 2017, ore 19.00 – 22.00
XXS aperto al contemporaneo
via xx settembre, 13
Palermo

Foto | Luoghi Mentali - Costrizioni/Trasformazioni/Equilibri © Me-Nè, Courtesy Simone Meneghello

  • shares
  • Mail