MilanoMeravigli premia la fotografia che racconta la città

La nuova open call premia la fotografia che racconta la città di Milano, con 1000 euro e l'esposizione al fianco di opere dei grandi maestri della fotografia

MilanoMeravigli nasce per premiare la fotografia che racconta Milano

"Io vivo in questa città. Amo questa città come si può amare qualcuno a cui ci lega un vecchio rapporto di familiarità e di amicizia. È la città nella quale sono cresciuto. Ha dato forma anche alle mie passioni, alle mie speranze, alle mie angosce. "

Gabriele Basilico

Il modo in cui Milano ha dato forma alle passioni e ossessioni di Gabriele Basilico è ben noto anche a chi ha perso l'occasione di compiere un viaggio nei 150 scatti partiti e tornati nella città in cui è nato, ha lavorato ed è vissuto il grande fotografo italiano, in mostra con "Gabriele Basilico: Ascolto il tuo cuore, città".

La Milano raccontata da Basilico e altri grandi fotografi si prepara però ad arricchirsi di nuovi sguardi e prospettive con MilanoMeravigli, la open call permanente che nel corso di quattro sessioni, da maggio 2017 a febbraio 2018, premierà ogni volta la foto che meglio racconta la città di Milano.

Il premio fotografico promosso dalla Fondazione Forma per la Fotografia e G.R.I.N, è a partecipazione libera e gratuita, aperta a tutti i maggiorenni e accetta ogni genere di immagine, inedita o meno, che abbia per oggetto e soggetto Milano, a partire dalla prima call, aperta mercoledì 10 maggio con un omaggio a Gabriele Basilico e l'esposizione della sua suggestiva veduta di Milano e di piazza Duomo.

milanomeravigli-premia-la-fotografia-che-racconta-milano.jpg


    Open Call 1 | Iscrizione entro il 10 giugno 2017 | Premiazione a luglio 2017
    Open Call 2 | Iscrizione entro il 10 luglio 2017 | Premiazione a settembre 2017
    Open Call 3 | Iscrizione entro il 10 ottobre 2017 | Premiazione a novembre 2017
    Open Call 4 | Iscrizione entro il 10 dicembre 2017 | Premiazione a gennaio 2018

La migliore foto di ogni sessione, scelta da una giuria di esperti del settore e da figure eminenti della città, riceverà un riconoscimento economico pari a 1000 euro, così come tutte saranno esposte per due mesi con un allestimento site-specific sulle vetrine di Forma Meravigli, all’interno di Galleria Meravigli, con stampe di grande formato consegnate al rispettivo autore al termine dell’esposizione, affiancate alle immagini storiche della città realizzate dai grandi maestri della fotografia.

MilanoMeravigli: Regolamento

ARTICOLO 1: ISCRIZIONE
1.1.
Per partecipare, è necessario inviare le proprie fotografie in formato digitale (cfr. Articolo 2) collegandosi al sito http://milanomeravigli.formafoto.it

È possibile partecipare con le stesse fotografie a tutte le sessioni dell’Open Call, oppure con fotografie diverse per ogni sessione dell’Open Call.

1.2.
L’iscrizione è completamente gratuita e aperta a tutti senza alcuna restrizione, salvo la maggiore età. L’iscrizione e il caricamento delle fotografie devono essere fatti entro le date seguenti:

Open Call 1 | Iscrizione entro il 10 giugno 2017 | Premiazione a luglio 2017
Open Call 2 | Iscrizione entro il 10 luglio 2017 | Premiazione a settembre 2017
Open Call 3 | Iscrizione entro il 10 ottobre 2017 | Premiazione a novembre 2017
Open Call 4 | Iscrizione entro il 10 dicembre 2017 | Premiazione a gennaio 2018

1.3.
Per il completamento dell’iscrizione è richiesto l’inserimento dei dati personali e di
quelli relativi al progetto (cfr Articolo 2) negli appositi campi. I dati anagrafici inseriti dovranno essere completi e rispondenti al vero.

1.4.
I collettivi fotografici possono partecipare scegliendo e inserendo i dati anagrafici di uno sol o dei componenti.

ARTICOLO 2: IL DOSSIER

2.1
Le fotografie, da caricare sul sito http://milanomeravigli.formafoto.it, devono rispettare le seguenti indicazioni:

• da 1 a un massimo di 3 immagini digitali (a colori o in bianco e nero):
- in formato jpg, risoluzione 72 dpi, con lato corto di minimo 1080 pixel;
- di peso massimo di 10 MB ciascuna;
- i file devono essere accompagnati da didascalia, tramite la compilazione degli
appositi campi corrispondenti. Per i lavori documentaristici, a carattere sociale e di reportage in generale, la post-produzione non deve modificare, togliere o aggiungere nell’immagine elementi non presenti nel file originale. La giuria potrà, in caso di dubbio, chiedere la visione dei file originali. Sono ammesse sia immagini scattate con tecnica digitale, sia scansioni di immagini ottenute originariamente con tecnica analogica.
• Due testi relativi all’autore e al progetto:
- una breve biografia del fotografo
- un testo di presentazione

2.2
In caso di vittoria, il fotografo dovrà:
• essere in possesso dell’autorizzazione all’utilizzo delle immaginida parte
dei soggetti eventualmente ritratti, utilizzo di cui si assume completamente la responsabilità
• consegnare i file delle immagini ad alta risoluzione, adatte a una stampa in grande formato, lato corto minimo 110 cm.
L'organizzazione del Premio si riserva di escludere la foto selezionata qualora il file richiesto non sia qualitativamente idoneo per la stampa su grande formato

2.3
La sola modalità per partecipare al concorso è mediante l’invio per via telematica tramite il sito sopra citato. Eventuali dossier cartacei e/o cd, dvd e/o altri supporti inviati agli uffici di Forma non verranno considerati ai fini del Premio e non verranno in nessun caso restituiti.

ARTICOLO 3: GIURIA E PREMIAZIONE

3.1
Da giugno 2017 fino a febbraio 2018, ogni due mesi, i dossier ricevuti per ogni sessione dell’Open Call verranno esaminati da una giuria composta da esperti del mondo della fotografia italianae da personalità importanti della città di Milano.

3.2
La giuria selezionerà il vincitore a cui verrà riconosciuto un premio economico di 1.000€.
Il lavoro del vincitore verrà esposto in un allestimento site-specific sulle vetrine di Forma Meravigli, all’interno di Galleria Meravigli. Al termine dell’esposizione, la stampa realizzata verrà consegnata all’autore.

3.3
ARTICOLO 4: CRITERI DI SELEZIONE

4.1
L’Open Call “MilanoMeravigli” è aperta a ogni tipo di linguaggio fotografico (reportage, paesaggio, ritratto, fotografia di ricerca, diario personale, diario di viaggio etc.) sul tema della città di Milano. La giuria sarà attenta in particolare alla qualità espressiva dello stile fotografico, all’originalità del soggetto ritratto,alla composizione e al rigore della tecnica.

4.2
Resta inteso che il giudizio della giuria è di fatto insindacabile e non impugnabile; la partecipazione al concorso comporta l’accettazione in toto di questa condizione.

ARTICOLO 5: I RISULTATI

5.1
La data di annuncio dei vincitori verrà indicata sul sito internet http://milanomeravigli.formafoto.it per ogni sessione dell’Open Call, come specificato nell’art. 1.1 del presente Regolamento.
Nel mese successivo la foto del vincitore sarà prodotta ed esposta a Forma Meravigli, nei termini enunciati all’articolo 3 del presente regolamento.

5.2
Tutte le copie digitali delle immagini caricate per via telematica in possesso di Fondazione Forma per la Fotografia saranno cancellate entro il 31 marzo 2018. Fino aquesta data, Fondazione Forma per la Fotografia e il G.R.I.N. si impegnanoa non diffondere e/o trasferire le immagini digitali a terzi e a non utilizzare tali immagini in nessun caso e pernessun fine fatto salvo il vaglio delle foto in sede di giuria del Premio e i casi di cui all’art. 6.

ARTICOLO 6: DIRITTI E RESPONSABILITÀ
6.1
I fotografi partecipanti all’Open Call “MilanoMeravigli”garantiscono di essere i soli ed esclusivi autori delle fotografie e dovranno essere in possesso dell’autorizzazione all’utilizzo delle immaginida parte dei soggetti ritratti, utilizzo di cui si assumono la responsabilità in caso di pretese avanzate da parte dei soggetti fotografati e in generale di terzi.
In ogni caso, in generale, i fotografi partecipantisi obbligano a tenere manlevati e indenni Fondazione Forma per la Fotografia e G.R.I.N. da ogni pretesa, domanda, responsabilità, e in generale ogni equalsiasi diritto o pretesa di terzi concernente e riconducibile alle fotografie.

6.2
I fotografi vincitori selezionati dalla giuria si impegnano a cedere a Fondazione Forma per la Fotografia e alG.R.I.N. i diritti di utilizzo delle immagini premiate per la stampa in grande formato allestita a Forma Meravigli. Al termine dell’esposizione, la stampa realizzata verrà consegnata all’autore.
A tal fine i fotografi selezionati dalla giuria, ai sensi della Legge n. 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche (recante la disciplina del Diritto d’Autore in Italia), autorizzeranno Fondazione Forma per la Fotografiae il G.R.I.N. ad utilizzare e, in particolare, ma non in senso limitativo, a riprodurre,pubblicare e comunicare al pubblico con qualsiasi mezzo le fotografie premiate. A titolo esemplificativo le fotografie premiate potranno essere utilizzate per tutti i supporti legati alla promozione di “MilanoMeravigli”: ufficio stampa, poster, inviti, pubblicazioni interne ed esterne, sito Internet e altri canali telematici e “new media”, esclusi gli utilizzi a fini commerciali. Inoltre una parte del lavoro dei vincitori
verrà presentata sul sito Internet di proprietà di Fondazione Forma per la Fotografiacome http://www.formafoto.it e sul sito di proprietà del G.R.I.N. www.photoeditors.it così come sui siti dei partner del progetto. Il diritto di utilizzare le fotografie nei termini soprindicati non è subordinato all’assolvimento da parte di Fondazione Forma per la Fotografia e deG.R.I.N. di alcun obbligo od onere ulteriore, rispetto a quanto espressamente previsto dal Regolamento e deve intendersi interamente conferito a titolo gratuito.

ARTICOLO 7: Clausole Risolutorie
7.1
Gli organizzatori si riservano il diritto di annullare l’Open Call “MilanoMeravigli” per
qualsiasi motivo senza dover alcun tipo di risarcimentoai partecipanti.

ARTICOLO 8: Informativa Privacy
Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. 196/2003) per i partecipanti
all’Open Call “MilanoMeravigli”
I suoi dati personali nonché le immagini digitali da Lei inviateci al fine della partecipazione all’Open Call “MilanoMeravigli” sono trattati da Fondazione Forma per la Fotografia
– titolare del trattamento
– in forma cartacea ed elettronica da incaricati e responsabili interni autorizzati. Il trattamento è effettuato per le seguenti finalità:
1) Iscrizione e partecipazione all’Open Call “MilanoMeravigli”e comunicazioni relative al premio stesso.
2) Su Suo espresso consenso, per l’invio della newsletter di Fondazione Forma per la
Fotografia, con comunicazioni di natura promozionale e commerciale e segnalazione di
sconti, promozioni e novità; Per la diffusione di dati a terzi.
Il conferimento dei Suoi dati identificativi nonché delle copie digitali delle immagini è necessario ed essenziale per poter partecipare all’Open Call “MilanoMeravigli” e ricevere le comunicazioni relative al premio stesso. Può invece negare il Suo consenso di cui al punto 2) senza alcuna conseguenza in merito alla partecipazione all’Open Call “MilanoMeravigli”.
Può esercitare in ogni momento i diritti che Le competono ex art. 7 D.Lgs. 196/2003 (accesso, modifica, cancellazione o blocco dei dati) rivolgendosi al “Responsabile del trattamento dei dati personali” presso l’Ufficio di Fondazione Forma per la Fotografia, Via Meravigli 5, 20123 Milano, tel. 02 58118067, e-mail: info@formafoto.it

I CALL - Francesco Falciola

Partendo da una selezione di oltre 300 opere arrivate da tutta Italia e dall'estero, la giuria, composta da Filippo Del Corno (Assessore alla Cultura del Comune di Milano), Elena Vasco (Segretario generale della Camera di Commercio di Milano), Roberto Koch (Presidente di Fondazione Forma per la Fotografia), Elena Ceratti, G.R.I.N. (Gruppo Redattori Iconografici Nazionali) e Giovanna Calvenzi (Studio Gabriele Basilico), ha assegnato la vittoria della prima call al fascino della vecchia Milano bagnata dalla pioggia, fotografata lo scorso aprile tra "Le colonne di San Lorenzo" da Francesco Falciola (Milano, 1968).

«La fotografia di Francesco Falciola delle Colonne di San Lorenzo offre una inedita visione del luogo, diventato da molti anni una attrazione incredibile per la popolazione giovanile di Milano. Nella fotografia l’assenza di persone, il punto di vista architettonico insieme al riflesso generato dalla pioggia ci fa apprezzare la sontuosa bellezza di questo luogo e ci fa riflettere sulla necessità di preservare le Colonne perché possano restare luogo di incontro pur con le necessarie protezioni della struttura. 
Come dice l’autore stesso, Le Colonne di San Lorenzo, risparmiate dalla movida in una notte di pioggia, svelano ancora il fascino della vecchia Milano».

francesco-falciola-le-colonne-di-san-lorenzo-milano-aprile-2017.jpgPh: Francesco Falciola "Le colonne di San Lorenzo" Milano, Aprile, 2017

La giuria si prepara ad assegnare il premio al vincitore, alle ore 19.00 di mercoledì 28 giugno 2017, svelando il nuovo allestimento di MilanoMeravigli, con la foto storica di Gianni Berengo Gardin che sfreccia nella Periferia di Milano anni ’60, insieme ad uno dei vecchi motti fascisti ..

gianni-berengo-gardin-periferia-di-milano-anni-60.jpgPh: Gianni Berengo Gardin, Periferia di Milano, anni 60

La seconda Open call di MilanoMeravigli premia la Veduta di Piazza Venticinque Aprile e dei nuovi edifici di Porta Nuova, scattata da Martino Lombezzi, con la seguente motivazione.


Milano è senza dubbio la città italiana che più sta cambiando negli ultimi anni. Cresce, si alza, dona a chi la vive nuovi spazi, nuove strade, nuove piazze, si sovrappone alla Milano che fu. E’ una città nuova con il suo skyline: grattacieli che si ergono sui vecchi, sempre bellissimi, palazzi di un tempo. Parlare, scrivere, raccontare questo cambiamento non è sempre facile perché si rischia di dire troppo o troppo poco. Poi ci sono le fotografie di Martino Lombezzi: rigorose, pulite, impeccabili, affascinanti. Sintesi perfette di quello che sta accadendo: la Milano verticale che si innesta su quella orizzontale. Tutto riassunto in un’unica inquadratura. Essenziale, piena, ma non eccessiva. Questa è Milano, la nuova Milano e la forza di questa immagine è evidente. Non serve altro. E’ una fotografia potente che racconta con un linguaggio forte a cui non servono le parole. Basta guardare per capire che città è stata, che città è e che città vuole essere.
Milanomeravigli è un premio fotografico dedicato alla città di Milano, la città in una foto. Ecco perché sarebbe stato impossibile non premiare questa immagine di Martino Lombezzi.
La sua didascalia dovrebbe recitare semplicemente: Milano.

La foto resterà, resterà esposta negli spazi di Forma Meravigli, accanto ad uno scatto di Carla Cerati dedicato alla Milano del 1968.

Milano. Veduta di Piazza Venticinque Aprile e dei nuovi edifici di Porta Nuova.

La ricerca della foto migliore di Milano continua con la terza call, restando fedeli al Regolamento.

  • shares
  • Mail