Mario Testino: al MATE, in mostra, in libreria e all'asta

La fotografia celebre e influente di Mario Testino, in mostra, in libreria e all'asta per cambiare il mondo e la sua percezione con la cultura

Noto per i ritratti di icone del calibro di Kate Moss e Lady Diana, celebre per aver elevato la fotografia di moda al regno dell'arte e tra i più influenti per averne sedotto il mercato, Mario Testino continua ad usare la fotografia per cambiare il mondo, a partire dal suo.

Un universo che ha sovvertito convenzioni e dissolto i confini tra moda, erotismo e arte, spogliando 'non solo metaforicamente' il corpo e la sua percezione, con quel paesaggio umano che è pronto ad esporre con la selezione di immagini di Undressed, scavando in profondità nel suo archivio, con un'installazione site-specific concepita per la Helmut Newton Foundation, tappezzando ogni angolo di pareti e soffitti delle sue tre sale e rendendo omaggio all'influenza del grande fotografo tedesco, dal 2 giugno al 19 Novembre 2017.

Un post condiviso da MARIO TESTINO (@mariotestino) in data: 1 Giu 2017 alle ore 10:24 PDT

Il corpo di lavoro di Testino e la sua fascinazione per la forma che questo è capace di assumere nella mente, con Undressed si arricchisce anche della conversazione con la psicoanalista Kai Hammermeister nel corto Undressing The Mind, proiettato nella sala cinema della Fondazione, insieme al punto di vista neuro-scientifico sulla percezione visiva di corpi e bellezza, esposto nel saggio della psichiatra e psicologa Manfred Spitzer, incluso nel catalogo della mostra edito da Taschen, con una conversazione esclusiva tra Testino e la collaboratrice di lunga data Carine Roitfeld.

Se il nuovo libro illustrato Sir, firmato oggi pomeriggio da Tashen a Berlino, raccoglie in più di 300 scatti del fotografo delle star, la messa in scena della mascolinità, è al MATE, Asociación Mario Testino fondato a Lima nel 2012 che il fotografo italo-peruviano riversa il meglio della sua produzione fotografica e il grosso delle risorse.

Risorse che sperano di arricchirsi di qualche milione di sterline, battendo all'asta 400 opere dalla ricca collezione privata di Testino, per finanziare il museo di arte contemporanea in Perù e le attività che sostengono il lavoro di altri fotografi, continuando a conservare sue celebri sessioni fotografiche, come quella realizzata nel 1997 alla principessa Diana Per Vanity Fair, condensando in 15 scatti il mix di bellezza, fascino ed eleganza regale che ha affascinato il mondo intero.

Le 400 opere della collezione privata di Tastino, realizzata a partire dagli anni Ottanta per gli spazi del suo studio e le residenze di Londra e Los Angeles, il prossimo 8-13 settembre con First Look - Shake It Up: Works from the Mario Testino Collection, andranno in mostra e all'asta nella sede londinese di Sotheby’s.

Le opere che spaziano dalla girlfriend in moto di Richard Prince e quella morbosamente messa a nudo da Thomas Ruff, all'eclipse di Wolfgang Tillmans e il rarissimo ritratto di Vivien Leigh scattato dal fotografo surrealista Angus McBean, con le opere di Nan Goldin, Gilbert&Georg, Cindy Sherman e tanti altri fotografi, pittori e artisti.

Un post condiviso da Vogue Hommes (@voguehommes) in data: 1 Giu 2017 alle ore 11:56 PDT

L'obiettivo della vendita è di ottenere circa 8 milioni di sterline per le attività culturali dello spazio no-profit che offre al pubblico peruviano mostre temporanee, insieme all’esposizione permanente di opere dello stesso fotografo, proiezioni di film, workshop e attività didattiche che porta avanti da quando è nato, con lo scopo di promuovere e dare visibilità alla cultura artistica locale, per cambiare il mondo e la sua percezione, come ha già fatto con lui.

  • shares
  • Mail