La mirrorless X-E3 di Fujifilm, potenza e leggerezza in appena 337gr [Video, foto e scheda tecnica]

Uno stile retrò con anima social che adoreranno sia i professionisti che gli appassionati della materia. La redazione di Clickblog.it l'ha vista in anteprima questa settimana durante la press review di Fujifilm durante la quale sono state presentate interessanti novità anche sulle ottiche e sui firmware. La X-E3 non ha deluso le aspettative dei presenti, offrendo esperienze di scatto e di reportage grazie anche la lavoro dei fotografi che l'hanno usata in anteprima: Alex Liverani, Marco Tortano e Nausicaa Giulia Bianchi

L'abbiamo vista da vicino durante la press review del 25 settembre organizzata a Milano, accogliente momento professionale. La X-E3 ha soddisfatto la curiosità dei presenti, dando a tutti un buon motivo per provarla. Siamo stati accolti dal Presidente di Fujifilm Italia Hiroaki Shimosaka che ha fatto i suoi cordiali saluti a tutti i partecipanti e lasciando poi la parola agli esperti. Guglielmo Allogisi, Electronic Imaging BD General Manager di Fujifilm, ha annunciato in primis le novità più importanti del momento: la Fujifilm X-E3, gli obiettivi Fujinon XF80mmF2.8 R LM OIS WR Macro e il Fujinon GF45mmF2.8 R WR che sono stati lanciati sul mercato qualche settimana fa e gli aggiornamenti del firmware delle principali fotocamere. Hai poi accennato ai programmi Fujifilm: X Raw Studio e X Acquire. X Raw Studio è un software che ci permette di convertire rapidamente e con facilità i file RAW, con una qualità di immagine eccezionale, quando viene connessa una fotocamera tramite cavo USB a un Mac o a un PC. X Acquire invece è un software gratuito per il tethering, in pratica ci permette di visualizzare e scaricare le foto al pc scattando con la fotocamera collegata via cavo.

La parola è passata poi a Riccardo Scotti, Electronic Imagining Product Manager che ha spiegato nel dettaglio le innovazioni, le caratteristiche e le infinite potenzialità della Fujifilm X-E3: la mirrorless che è entrata di diritto nella nostra wishlist!

Ci sono fotocamere che nascono con una marcia in più e la nuova Fujifilm X-E3 è sicuramente una di queste, una mirrorless leggera e compatta che si può sempre portare in borsa e che sarà la nostra fedele compagna di avventure. Capita spesso di ritrovarsi in situazioni in cui poter fare delle foto interessanti: una improvvisa scena street, un tramonto, una manifestazione, ma anche stormi di uccelli che si librano in volo, nella maggior parte dei casi non avendo la fotocamera, si fa tutto con lo smartphone, ma sappiamo bene che nessun telefono potrà mai eguagliare la qualità d’immagine di una macchina fotografica. La Fujifilm X-E3 è talmente leggera, piccola e funzionale, che si può sempre portare con noi grazie al suo peso, che è di appena 337 grammi.

Le esigenze dei fotografi sono cambiate e continuano a cambiare e Fujifilm è uno dei pochi marchi che è riuscito a stare al passo con le nuove tecnologie ed i nuovi bisogni, creando fotocamere compatte, leggere e discrete ma con caratteristiche innovative che le rendono uno strumento affidabile in ogni situazione. La Fujifilm X-E3 è l’ultima nata nel campo delle mirrorless, sono state riportate sulla serie X-E le caratteristiche che hanno contribuito al successo della celebre X-T20.

La Fujifilm X-E3 presenta un sensore X-Trans CMOS III da 24,3 megapixel ed una elevatissima qualità d'immagine, sono state apportate delle importanti migliorie come il monitor touchscreen capacitivo, che ci permette di scattare, sfruttare l’autofocus ma anche di selezionare con il dito l’area di messa a fuoco, come si fa con i nostri smartphone. C’è anche la funzione Touch Function che va ad ampliare e a migliorare i controlli gestuali.

Per poter avere una fotocamera così compatta e leggera è stato rivoluzionato un po’ il design: abbiamo un Joystick Focus Lever che si muove in 8 direzioni ed una ghiera sotto il pulsante di scatto, nella parte anteriore troviamo una ghiera per i tempi, un’altra per scegliere la modalità di ripresa (manuale, automatico, priorità tempi, diaframma ecc). Come se non bastasse Fuji ci permette anche di personalizzare al massimo la nostra fotocamera, ad ogni tasto possiamo dare una specifica funzione, in questo modo avremo una fotocamera su misura per noi, con le funzioni che usiamo più spesso, sempre a portata di mano. Fujifilm non ha rinunciato al mirino, che a mio avviso è essenziale, ed ha optato per un mirino elettronico OLED da 2,36 Megapixel con ingrandimento 0,62 che permette inquadrature precise che possono poi essere ulteriormente migliorate con il touchscreen dell'LCD che funziona anche da spento.

Fujifilm ha lavorato per migliorare l’autofocus che adesso ha una velocità di circa 0,06 sec, per gli scatti a raffica in Live-View si raggiungono i 5 fps e ci sono novità anche per il tracking, con un inseguimento più veloce e preciso per i soggetti in movimento, anche quelli più complessi. Per quanto riguarda i video si possono registrare filmati in 4K/30 p a 100 Mbps e, per migliorarne la qualità, è stata aggiunta una presa per il microfono esterno.

Infine segnaliamo la nuova funzionalità Bluetooth a basso consumo che permette di mettere in relazione fotocamera e smartphone, senza problemi ed in ogni situazione. Grazie all'app FUJIFILM Camera Remote si può collegare la macchina fotografica allo smartphone o al tablet e scaricare le foto in tempo reale, le foto da passare si possono selezionare una ad una in modo da non ingombrare la memoria del telefono. Questa funzione è utilissima soprattutto per i social, in tempo reale si possono avere foto ad alta risoluzione che si possono lavorare direttamente sul cellulare e poi caricare sui social, come Facebook o Instagram, soprattutto su quest’ultimo gli standard generali di qualità fotografica sono cresciuti molto. Per scoprire tutte le caratteristiche potete guardare la scheda tecnica completa che trovate qui.

La Fujifilm X-E3 sarà disponibile da inizio ottobre ai seguenti prezzi: X-E3 solo corpo a 919,99 euro, X-E3 in KIT con il 18/55mm a 1329,99 euro e X-E3 in KIT con il 23mmF2 a 1229,99 euro (i prezzi sono iva inclusa).


Impressioni dei fotografi


x-e3_image_p22_old_lens_143_small.jpg

Alex Liverani - Street Reportage in Sri Lanka
Alex Liverani ha lavorato con la mirrorless Fujifilm X-E3, in abbinamento al flash top gamma Fuji, perché in Sri Lanka ha trovato giornate particolarmente scialbe. Ecco le sue sensazioni: la fotocamera è comoda e rapida, si comporta bene in manuale e con la messa a fuoco automatica. Il joystick è comodo e, in generale, la fotocamera è molto intuitiva e facile da usare. I file hanno bisogno di poca post produzione perché i colori hanno una buona resa. Il mirino elettronico è perfetto, tranne quando si utilizza il flash, in questo caso quello che si vede nel display e la resa effettiva non corrispondono del tutto. Il touch è molto utile per rivedere le foto. Liverani segnala che con la Fujifilm X-E3 si possono fare anche le doppie esposizioni.

Marco Tortano - Reportage su Venezia vista dall'acqua
Marco Tortano della sua esperienza con la Fujifilm X-E3 ci dice che si nota subito la sua leggerezza, lavorandoci con ottiche di diversa lunghezza focale ha notato che la macchina è veloce, ma anche stabile nella messa a fuoco. Il joystick si conferma comodo ed anche il mirino elettronico viene promosso a pieni voti, per la sua precisione unita alla velocità. Buono anche il suo feedback sulla batteria, dice che per 1000 foto ne ha utilizzate solo due, quindi in teoria basta averne una di riserva in borsa per dormire sogni tranquilli. La Fujifilm X-E3 si conferma affidabile anche quando viene utilizzata con ottiche lunghe (presumibilmente a mano libera ndr).

Nausicaa Giulia Bianchi - Reportage su Carrara e cave di marmo.
Nausicaa Giulia Bianchi invece non ha provato la X-E3 ma il nuovo obiettivo Fujinon GF45mmF2.8 R WR che è stato presentato qualche settimana fa, un'ottica grandangolare dedicata alla fotocamera digitale di medio formato Fujifilm GFX 50S. Nausicaa Giulia Bianchi spiega che grazie alla precisione di questo obiettivo si scatta meno, e che la qualità paga... La funzione Dynamic range le ha permesso di cavere una tonalità naturale sugli incarnati che è una delle cose più difficili, sia in fase di scatto che poi in post produzione. Grazie a Fuji "il mondo assomiglia al mondo".

A chiudere la sessione, Marika Gherardi Electronic Imaging Marketing manager che ci ha anticipato il Progetto Home ( Fujifilm e Magnum) che coinvolge 12 fotografi internazionali in una mostra itinerante nel 2018.

  • shares
  • Mail