Condé Nast International non vuole più lavorare con Terry Richardson

Terry Richardson è stato bandito da tutte le pubblicazioni Condé Nast International

Terry Richardson

Terry Richardson è un fotografo americano che ha sempre fatto discutere molto, le sue foto esplicite e sul filo della volgarità, le modelle giovanissime e le tante accuse di molestie sessuali hanno costellato la sua carriera, senza però mai rovinarla o placarla. L’onda lunga del caso Weinstein è arrivata a colpire anche Terry Richardson, questa mattina sul quotidiano britannico Daily Telegraph è stato annunciato che Condé Nast International non vuole più lavorare con Terry Richardson, le sue foto non saranno più pubblicate in nessuna rivista del loro circuito, e sono tante!

Il Daily Telegraph ha ricevuto una mail interna che James Woolhouse, il vicepresidente di Condé Nast International, che annunciava a tutti i suoi collaboratori che le foto e i servizi di Terry Richardson non si potevano più usare, anche i progetti finiti e pronti per la pubblicazione. Una scelta presa dopo lo scandalo Weinstein ma soprattutto dopo che in molti hanno insinuato che Terry Richardson non era affatto diverso dal celebre produttore cinematografico e che, esattamente come lui, ha continuato a lavorare nonostante le tante denunce di abusi e molestie.

Il contratto tra Condé Nast e Terry Richardson, dicono fosse in bilico, probabilmente per una questione di immagine, hanno scelto di interrompere la collaborazione, prima che si aprisse un altro gigantesco vaso di Pandora. Condé Nast è proprietario dei più importanti magazine di moda del mondo, come Vogue, Vanity Fair, Style, Glamour, Allure, W e GQ nelle edizioni dei vari paesi.

Terry Richardson l’ha sempre spuntata nonostante molte delle modelle con cui ha lavorato hanno dichiarato cose terribili, umiliazioni e perversioni davvero penose. Il fotografo si è sempre difeso ed in qualche modo è stato sempre protetto, per molto meno si sono consumati scandali terribili a Hollywood. In una delle sue ultime dichiarazioni Terry Richardson ha detto:

“Ho collaborato con donne adulte consenzienti che erano pienamente consapevoli della natura del lavoro e, come accade di regola, tutte hanno firmato la delibera. Non ho mai usato un'offerta di lavoro o minacce per costringere qualcuno a fare qualcosa che non volesse. Rispetto sempre quanti lavorano con me, riconoscendo loro libertà di scelta e accettando le loro decisioni”.

Terry Richardson

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail