Nikon chiude una fabbrica di digitali compatte in Cina

Nikon chiude una fabbrica di digitali compatte in Cina

Cambiano i tempi e le esigenze di mercato ed anche i grandi marchi devono farci i conti, ultimamente è Nikon a dover fare attenzione al suo bilancio, a fare scelte scomode e a diversi riorganizzare per un piano B. Il 30 ottobre 2017 Nikon ha chiuso una fabbrica di digitali compatte in Cina, lo stabilimento di Wuxi City nella provincia dello Jiangsunon, a sorpresa dato che il settore delle compatte, ormai da parecchi anni soffre la concorrenza degli smartphone che, tra l’altro, diventa sempre più spietata.

Il comparto entry level trema, sono sparite le compattine automatiche e resistono solo quelle che offrono qualcosa di più come quelle con i sensori più grandi, ottiche di qualità e molto luminose, controlli manuali, e poi ovviamente le bridge che continuano ad avere un mercato tutto loro. Nikon chiaramente non sta abbandonando il mercato cinese, ma solo chiudendo una fabbrica che non rende più. Riuscire a fermarsi in tempo, non insistere con prodotti che non vendono più e riuscire a reinventarsi è fondamentale per essere un’azienda di successo, soprattutto ai giorni nostri in cui tutto cambia molto velocemente.

Noi facciamo un grande in bocca al lupo a Nikon e speriamo che riesca ad uscire più forte di prima da questo periodo di scelte difficili.

via | petapixel

  • shares
  • Mail