L'installazione d'arte pubblica in Canada fatta da un professionista con le foto rubate su internet

Il comune di Calgary finanzia un'installazione d'arte pubblica e il fotografo la fa con le foto rubate da internet

istallazione foto rubate

È incredibile che al giorno d’oggi ci siano ancora persone che non si rendono conto che se si prendono le foto internet prima o poi si viene beccarti, può passare del tempo, ma si viene beccati, è matematico. Derek Besant è un artista canadese abbastanza conosciuto nel suo paese che ha accettato un lavoro da 15 mila euro per realizzare un'installazione d'arte pubblica, una serie di immagini da esporre in un sottopassaggio a Calgary per valorizzare anche queste parti della città che sono utili ma spesso non particolarmente belle e curate.

L’opera finale di Derek Besant si intitola Snapshots e si compone di una serie di 20 gigantografie in stile Polaroid e disposte su entrambi i lati del sottopassaggio. Ogni foto si compone di un ritratto sfocato e una frase, in teoria dei soggetti intervistati dal fotografo.

Poi la verità ha cominciato a venire fuori perché il comico inglese Bisha Ali è stato contattato da un suo amico canadese che ha visto la sua faccia nel sottopassaggio di Calgary, lo scatto seppur sfocato lo ha riconosciuto ed era una foto che gli aveva scattato il fotografo Jayde Adams. Guardando il sito del progetto si è reso conto che molti dei volti utilizzati nell’istallazione gli erano familiari ed infatti erano state prese dal materiale pubblicitario del Fringe Festival di Edimburgo del 2015.

Le opere sono state rimosse dopo che Derek Besant è stato svergognato in tutto il mondo, lui quando si è ritrovato con le spalle al muro si è scusato e ha detto che pensava che le foto usate fossero di pubblico dominio. In ogni caso si è intascato, con inganno e malafede, più di 15 mila euro e per questo non ci sono scuse che tengono.



via | petapixel

  • shares
  • Mail