Cometa Wirtanen: come trovarla e fotografarla nei prossimi giorni

L'evento astronomico del mese di Dicembre è proprio una cometa e, per chi ama le coincidenze, l'atmosfera natalizia è alle stelle!

Ciò che vediamo in questa suggestiva ripresa realizzata da Gianluca Masi, del Virtual Telescope Project, è l'astro che in queste serate sta catturando l'attenzione degli appassionati di astronomia di tutto il mondo.

Si tratta della 46P/Wirtanen, cometa periodica scoperta nel 1948 dall'astronomo Carl Alvar Wirtanen, da cui ha preso il nome.

Se negli ultimi passaggi - avvenuti nel 2008 e nel 2013 - la Wirtanen non ha mai raggiunto magnitudini degne di nota, il 2018 è invece il suo anno: negli ultimi mesi ha acquisito progressivamente luminosità, raggiungendo la magnitudine +6 nello scorso novembre e la terza magnitudine il 16 dicembre, quando sarà a soli 11,5 milioni di km dalla Terra.

In questi giorni è dunque possibile vederla ad occhio nudo come un oggetto insolito ma, a causa della sua natura diffusa, sarà necessario recarsi in un posto piuttosto buio per apprezzarla al meglio.

In compenso l'astro natalizio sta transitando in una zona di cielo importante e piena di riferimenti che lo renderanno facilmente individuabile, oltre che particolarmente fotogenico in scatti grandangolari. Wirtanen infatti sta correndo nel cielo invernale nella costellazione del Toro, uno degli asterismi più caratteristici di questo periodo dell'anno. Sarà possibile, nei giorni tra il 15 ed il 17, scorgerla a pochi gradi di separazione dall'ammasso aperto delle Pleiadi.

 

 

Fotografiamola!


Come approcciarsi alla ripresa di questo oggetto con attrezzature non particolarmente avanzate? Basta tenere conto dei classici piccoli accorgimenti da rispettare quando si scattano foto notturne a lunga esposizione: Iso, apertura, tempo di esposizione. E' consigliabile scattare con obiettivi con un rapporto focale pari o più veloce di f/2.8, cosa che permette ad una maggior quantità di luce di entrare nel minor tempo possibile, impostando sensibilità che non siano troppo alte (per limitare il rumore) e tenendo conto della famigerata regola dei 600 per prevenire il mosso del moto apparente.

Il resto si deve affidare alla creatività: la cometa potrebbe entrare a far parte di uno scatto ambientato in cui compaiono le costellazioni di Orione e del Toro, con un paesaggio invernale di montagna o qualche soggetto terrestre in primo piano illuminato con una torcia o un piccolo colpo di flash. Non dimentichiamo inoltre che siamo nel periodo dello sciame meteorico delle Geminidi: non sarà certamente difficile catturare qualche stella cadente. Per i fotografi più evoluti, equipaggiati con un astroinseguitore, sarà invece possibile con un teleobiettivo riprendere la Wirtanen con le Pleiadi nella notte del 16 dicembre, magari realizzando un piccolo time lapse che mostri il leggero spostamento della cometa rispetto alle stelle nell'arco di qualche ora.

In questo scatto, realizzato da Paolo Demaria in una località nella provincia di Cuneo con una Canon EOS 6D ed un Samyang 14mm, la si può ammirare in una splendida cornice di alberi: un puntino verde poco più in alto rispetto al centro del fotogramma.

Insomma, i prerequisiti per fare grandi scatti ci sono: dobbiamo solo sperare in cieli sereni!

  • shares
  • Mail