Chris Killip porta la classe operaia a Roma

Fotografia - Festival internazionale di Roma invito

On the road per la città con la XI edizione di Fotografia – Festival Internazionale di Roma, a caccia di 2.000 fotografie e altrettanti sguardi, mondi e prospettive sul 'lavoro', una tappa ai padiglioni A e B di MACRO Testaccio e La Pelando, durante i giorni inaugurali (fino al 23), assicura incontri sorprendenti, ritratti inediti della città, punti di vista giovani, focus e produzioni originali, editoria di settore, e una collettiva a cura di Marco Delogu, che sintetizza lo spirito 'a lavoro' di questa edizione e ospita la classe operaia di Chris Killip.

Killip porta a Roma la classe operaia inglese cresciuta tra carbone e mare, quella invecchiata nei cantieri, gli orizzonti di una generazione finita a mendicare per la strada e di una in rivolta con tutti, punk fino al midollo consumato dalla droga, con i comignoli fumanti della 'rivoluzione industriale' a togliere poesia alla bruma, ma non al bianco e nero del fotografo che ha ispirato Martin Parr come molti di noi. Anche da sfogliare.

Un viaggio in bianco e nero nel 'lavoro' del XX secolo, che la collettiva Camera Work, inaugurata sabato 22 settembre, affianca all'Inghilterra in crisi di Simon Roberts, il quotidiano 'a colori' dei professionisti di Florian van Roekel, gli uffici di Lars Tunbjork e le postazioni di lavoro di Simon Roberts, la schiavitù dei trafficanti di Raphaël Dallaporta, la resistenza della Tangeri di Yto Barrada e delle esistenze ai margini di Roger Ballen, le fabbriche di Claire Chevrier e la carrellata di paesaggi ad alto tasso di ferro e ciminiere di Joseph Koudelka, Lars Tunbjork e Don McCullin.

A tutto questo si aggiunge anche un incontro con Chris Killip alle 19.00 (un 'assaggio' nel video), la prima personale italiana di Yto Barrada inaugurata oggi negli spazi del MACRO, o la “exhibition night” che festeggia l'inizio del festival in via dei Magazzini Generali 31, con il Superegg per Call for Entry, ovvero la festa organizzata dall'agenzia che ha stampato il catalogo delle immagini più belle dei 15 finalisti del concorso Call for Entry.

Il viaggio è appena iniziato, il tour è lungo, i fotografi tanti, il circuito di gallerie, musei, accademie e spazi da esplorare è vasto e contempla anche un mercato rionale, ma ci rivediamo on line per la prossima tappa, qui o sul cityblog romano.

Foto 1 - Ulrich Gebert, Amerika, 2007 - Fotografia – Festival Internazionale di Roma
Foto 2 - Lars Tunbjörk, Stockbroker, Tokyo, 1999 - Fotografia – Festival Internazionale di Roma

  • shares
  • Mail