L’obiettivo di Robert Frank in mostra a Milano con due retrospettive

Robert Frank

La mia passione per gli ossimori, i punti di vista controversi ed insoliti, ha reso l’approccio fotografico di Robert Frank una stimolante fonte di ispirazione e riflessione. La sua capacità di trovare una dimensione intima con qualsiasi cosa, di rivolgersi alla realtà con uno sguardo duro e al contempo ironico ma mai scontato, di sperimentare nuovi percorsi della comunicazione visiva fino a spingersi alle forme di cinema underground, lo hanno reso un punto di riferimento ed un ottimo esempio dal quale partire.

Ora, nonostante il carattere schivo che lo ha tenuto tanto tempo lontano dai riflettori, Milano gli dedica un’attenzione speciale con due belle retrospettive, che contemporaneamente ne focalizzano la capacità di sintetizzare tante anime in una splendida serie di scatti in bianco e nero.

La mostra Robert Frank. Paris al Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo, che esibisce fino al 28 dicembre 2008 ottanta fotografie in bianco e nero scattate per le strade di Parigi tra il 1949 e il 1952 e gli scatti americani di Robert Frank. Lo Straniero Americano a Palazzo Reale fino al 18 Gennaio 2009, si presentano come una bella occasione per entrare in contatto con due diverse panoramiche, colte dallo stesso occhio curioso ma da punti di vista sempre diversi, tanti punti di vista che ci pongono come osservatori al centro dell’immagine.

  • shares
  • Mail