Irix presenta i filtri EDGE per l'inquinamento luminoso

L'azienda svizzera ha aggiunto alla sua produzione di filtri gli EDGE, il cui scopo è quello di ridurre le dominanti cromatiche che disturbano le foto notturne scattate in prossimità di centri abitati.

Si tratta di un prodotto di nicchia, rivolto principalmente agli appassionati di astrofotografia e fotografia notturna che vogliano ottenere buoni scatti anche da location inquinate dalle luci delle città. Il tutto è possibile grazie al taglio delle lunghezze d'onda che si trovano all'incirca tra i 560 ed i 600 nm, cui corrisponde la dominante che rende innaturale il colore del cielo nei nostri scatti suburbani, causata dalla luce emessa dalle lampade al sodio utilizzate per l'illuminazione pubblica.

Con questo lancio Irix inaugura una nuova serie di filtri denominata Super Endurance (siglata SE). Grazie ad una serie di trattamenti termici e multistrato le superfici di entrambi i lati presentano caratteristiche olio ed idrorepellenti che ne aumentano la durabilità; non mancano inoltre trattamenti volti a limitare l'insorgere di disturbi ottici come riflessioni interne e flare. Molte attenzioni sono state rivolte anche all'intelaiatura, quest'ultima si presenta in alluminio rivestito in nero opaco e rifinito per non generare anch'essa riflessioni involute.

Il modello è disponibile per filettature delle principali taglie: 67mm, 72mm, 77mm, 82mm e 95mm, con prezzi compresi tra 95 e 150 euro in base alla misura.

 

  • shares
  • Mail