Panasonic piazza un'altra pietra miliare: ecco la Lumix S1H

Video 6K, dual native ISO, stabilizzazione fino a 6,5 stop e 4K: una piccola VariCam.

Hollywood, 27 agosto 2019: Panasonic presenta la Lumix S1H, la terza mirrorless full frame della linea S: una nuova pietra miliare, come da tradizione. Ne avevamo già parlato, alludendo a come siano state importanti in campo video avanzato e professionale le fotocamere Panasonic, a partire dal lancio della GH1. A dieci anni di distanza, ecco la Lumix S1H che porta le mirrorless su un altro livello, raggiungendo una qualità cinematografica. Una fotocamera che, ad un prezzo decisamente più abbordabile rispetto a modelli come la VariCam, offre la possibilità di girare video in 6K. Non ci si ferma qui però: in questi 6K è racchiuso un ventaglio ricchissimo di opzioni, formati, aspect ratio, bitrate e frame rate. Partiamo dal sensore: i suoi 24,2 megapixel offrono un ottimo punto di incontro tra risoluzione, gamma dinamica e sensibilità, con la caratteristica di avere il filtro Low Pass e, ovviamente, doppio ISO nativo. L'immagine che ne risulta supera i 14 stop di gamma dinamica, caratteristica che equipara S1H alla già citata Cinema Vari Cam, con cui condivide le gamme V-Log e V-Gamut e la possibilità di accedere ad una vastissima LUT Library.

Passiamo alle risoluzioni: essendo il sensore un 3:2, la risoluzione in 6K non poteva che essere in completa lettura dell'area inquadrata. Si arriva ad un frame rate di 24 fotogrammi al secondo progressivi, con un'immagine croppabile e riposizionabile con grande libertà in base alle esigenze dell'utente. Selezionando il formato 16:9, con la lettura dell'intera area orizzontale, si può invece girare in 5,9K a 30 fotogrammi al secondo. Ovviamente è anche possibile girare con la piena lettura del campo in 4K, a 29,97, 25 o 24p in 4:2:2 a 10bit. Panasonic ha sfruttato la grande area coperta dal pieno formato per offrire tutte le possibilità offerte in termini di aspect ratio e standard cinematografici: è possibile infatti girare con una copertura Super 35 in Cinema 4K o 4K UHD in HEVC 4:2:0 a 10bit in 50/60p. A questo si aggiunge la modalità anamorfica con formato di partenza 4:3, visualizzato però già "disteso" in fase di ripresa grazie alla possibilità di effettuare il desqueeze in tempo reale (con valori impostabili in base al tipo di ottica utilizzato). Dulcis in fundo, non ci sono limiti di tempo alla registrazione.

E' presente stabilizzazione a 5 assi, cruciale nel sistema DUAL IS 2 che, insieme alla stabilizzazione ottica degli obiettivi, offre una compensazione di ben 6,5 stop. La fotocamera è dotata di display orientabile e doppio slot SD UHS-II. Grazie all'uscita HDMI è inoltre possibile registrare in esterna (anche in dual recording su scheda) con registratore Atomos.

Il corpo macchina, infine, ha delle caratteristiche di resistenza ed affidabilità che permettono di operare a temperature fino a -10 gradi, è inoltre la resistente a polveri e schizzi d'acqua. In conclusione, la S1H sembra un prodotto ideale, una mirrorless che racchiude delle possibilità riservate fino ad ora a videocamere cinematografiche.

  • shares
  • Mail