Canon RF 15-35mm F2.8L IS USM ed RF 24-70mm F2.8L IS USM: ecco i nuovi RF di alto livello

Canon presenta due zoom grandangolari di alto livello (e prezzo): il 15-35mm ed il 24-70mm.

L'ampliamento del parco ottico RF continua e questo agosto, che ora volge al termine, ha visto l'arrivo di due nuovi zoom che vanno ad interessare focali che partono dal grandangolo spinto fino ai classici 70mm, che si ricollegano in linea di continuità, come da tradizione, al 70-200. Il 15-35mm F2.8L IS USM ed il 24-70mm F2.8L IS USM sono contraddistinti da un'elevatissima qualità ottica e costruttiva e presentano tutte le caratteristiche forti della divisione RF, a partire dalla terza ghiera assegnabile sul barilotto.

Coloro i quali provengano dal mondo reflex, e sono dunque abituati a lavorare con il diffuso 24-70, ora non dovranno più ricorrere all'adattatore. La versione RF, inoltre, si presenta otticamente superiore grazie alla tecnologia messa in campo da Canon ed alla minor distanza di tiraggio. Quest'ultima in particolare aiuta a mantenere il livello di dettaglio costante su tutto il campo, da bordo a bordo. All'interno troviamo ben 21 elementi in 15 gruppi, con la trasmissione luminosa favorita dal trattamento ASC (Air Sphere Coating), che concorre anche alla riduzione di riflessi ed effetto fantasma. Altro beneficio favorito dal sistema RF è stato di aver ridotto la distanza minima di messa a fuoco rispetto alla versione EF: a 24mm ci si può avvicinare al soggetto fino a 21cm. Infine, altro valore aggiunto rispetto al "vecchio" 24-70 è senz'altro lo stabilizzatore, che in questo caso (ma, lo anticipiamo, anche nel caso del 15-35) arriva a ben 5 stop di compensazione secondo lo standard CIPA.

Il 15-35, dal canto suo, va a sostituire il 16-35mm ed acquista anche un millimetro di grandangolo. E' ideale proprio per situazioni particolarmente "strette", ma anche per ottenere effetti prospettici mozzafiato grazie ai suoi 100 gradi di copertura, che hanno richiesto ai tecnici Canon anche di inserire un secondo trattamento ottico, denominato SWC, per migliorarne ulteriormente la resa in controluce (sappiamo infatti che i grandangoli spinti tendono generalmente a soffrire maggiormente). Anche nel 15-35mm, comunque, lo schema ottico è piuttosto complesso: parliamo di 16 elementi in 12 gruppi ottici.

Importanti nella qualità e nelle dimensioni (840 grammi per il 15-35 e 900 grammi per il 24-70), i nuovi zoom Canon non hanno compromessi: tutto questo si traduce in un prezzo che supererà i 2600 euro.

  • shares
  • Mail