Comedy Wildlife Photography Awards: l'umorismo della natura

Un approccio buffo e gioviale alla fotografia wildlife, con annesso un invito alla conservazione ed all'ecologia

Svelati i finalisti di un contest molto particolare, il cui nome è già piuttosto indicativo. Il Comedy Wildlife Photography Awards presenta un approccio alternativo e buffo alla fotografia naturalistica, che tuttavia non rinuncia alla nobile causa ambientale e di conservazione della biodiversità nel mondo. Lo scopo è quello di rivelare che gli animali, con un minimo di immaginazione, possono diventare buffi e divertenti specialmente se alcuni loro comportamenti vengono "umanizzati". Un modo alternativo, non sentenzioso, spensierato e leggero per inviare un messaggio positivo, tant'è che quest'anno lo slogan è quello di diventare "ambientalisti a casa", con l'appello ad una riduzione dello spreco di acqua.

Ecco che vediamo animali in atteggiamenti insoliti, che sembrano salutare e sorridere alla camera, atteggiarsi in numeri sincronizzati, oppure il "facepalm" di un orso che potrebbe tranquillamente diventare un meme (nello scatto sopra, realizzato da Eric Fisher). I vincitori saranno annunciati il 13 novembre. Il primo premio sarà un safari in Kenya, nel Masai Mara, ed un trofeo unico e fatto a mano dall'Art Garage del Dar es Salaam (Tanzania).

  • shares
  • Mail