Tamron 24-70 DI VC USD f/2,8 e si scatta a 1/4 di secondo senza problemi

Le ditte di ottiche universali oggi non possono limitarsi a offrire obiettivi con le caratteristiche pari a quelle delle ottiche originali ma ad un costo inferiore ma devono offrire qualcosa di più. È questo il caso del 24-70 Tamron DI VC USD f/2,8 che costituisce l'unica possibilità per i possessori di full frame Nikon e Canon di avere un 24-70 f/2.8 stabilizzato.

Scattare con una reflex full frame a 1/8 a mano libera nella maggior parte dei casi fornisce foto che sul display sembrano perfette ma che una volta viste sul monitor mostrano un micromosso che inficia di tanto la qualità dell'immagine (e sennò perchè tanti reporte un tempo preferivano le Leica M alle reflex?). Oppure è comoda se vogliamo usate tempi lenti per fini compositivi, vogliamo riprendere lo scorrere delle acque di un torrente, tentare qualche foto con effetto panning etc etc.

Certo che in un momento in cui i vari software spesso vengono usati per diminuire la nitidezza al fine di renderli più artistici una simile ottoca sembra anacronistica. Ma l'eccessiva nitidezza da sempre non a tutti piace. I fotografi Gardner ed O'Sullivan avevano scattato foto dei caduti della battaglia di Antietan (una delle battaglie più importanti della guerra di secessione americana) e quando le immagini furono esposte nella galleria Brady a Manhattan un giornalista del "New York Times" commentò:

Queste immagini sono di una nettezza impressionante. Con l'ausilio di una lente di ingrandimento, è possibile persino i lineamenti dei soldati trucidati. Non vorremmo certo trovarci nella galleria quando una delle donne china ad osservarle dovesse riconoscere il marito, il figlio o il fratello tra quei corpi immobili e privi di vita. (da "Davanti al dolore degli altri" di Susan Sontag Oscar Mondadori pag 61-62).

La nitidezza ci riporta alla realtà (lo affermavano i componenti del gruppo f/64) lo sfocato mantiene tutto in un mondo onirico distante. Sfocato, soft, vignettatura tutti effetti oggi usati spesso per rendere pittoriche immagini banali.

Tamron invece vuole fornirci la possibilità di guadagnare in nitidezza riducendo gli iso. L'obiettivo insieme ad una Nikon D600 mi è stata fornito da Cinesud Megastore di Montepaone (CZ) ed il mio amico Luigi si è prestato come modello.

Alla focale di 70 mm sono riuscito a scattare ad 1/8 di secondo e la barda del mio amico è ben nitida, l'immagine scattata ad 1/4 presenta un leggero micromosso, logicamente scattando alla focale di 24 mm si può anche usare 1/4 di secondo.

Il costo, pur essendo inferiore a quello della concorrenza, pone questo obiettivo tra gli acquisti "importanti" sia per il fotoamatore che per il professionista. Personalmente lo vedo come lo strumento ideale che chi ha la necessità di lavorare ad iso bassi (penso ai fotografi di matrimonio che gradiranno la possibilità di guadagnare un paio di stop in chiesa) ed a chi si interessa di fotografia etnografica dove unito ad una macchina di nuova generazione consentirà di avere immagini ottime anche durante le situazioni in cui la luce scarseggia.

Via | Tamron 24-70 DI VC USD f/2.8

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: