Lezioni di fotografia digitale e analogica parte prima, vedere oltre

Le presentazioni sono difficili, e quasi sempre mentono. Le fotografie no. Appassionare gli accaniti lettori. Mica facile. Perchè dovrebbero leggere le mie lezioni di fotografia mi sono chiesta. Cercare la risposta mi ha portato a scavare tra le foto. È emersa l'immagine di un balcone di Milano al tramonto, intorno alla fine di maggio. Ricordo di averla scattata perchè mi sembrava un sogno a portata di mano, al di là dell'obiettivo.

Era un semplice balconcino, stretto come al solito. Nel 2009 davo una specie di titolo ad ogni foto, questa dietro porta la scritta non vidi oltre. Mi divertivo ad esprimere il contrario di quello che l'immagine per me rappresentava. Con risultati discutibili.

Alle volte mi sembrava di scattare con titolo già deciso, e l'immagine schiava delle parole. Maledette influenze letterarie. Poi ho smesso. Quello che cercavo avidamente era un significato, un contenuto che rendesse l'immagine indelebile nella mia memoria.

Avevo dimenticato questa fotografia. Ma nel vederla ricordo perfettamente la capacità che cercavo di sviluppare in quegli anni, l'esercizio che accostavo alla tecnica fotografica, quasi morbosamente: esprimere qualcosa che mi interessasse per davvero.

Le "Lezioni di fotografia" di Luigi Ghirri avevano su di me un effetto ipnotico, ed è semplice notare come la foto qui sopra sia per l'appunto di ghirriana memoria...

Ho collezionato molte foto accademiche, la maggior parte ripetitive, alcune gratuite. Nessuna inutile. Imparare facendo esperienza, riempiendo rullini e hard disk. È necessario esercitarsi sulla messa a fuoco, il tempo di posa, il diaframma, cercando di non lasciare nulla al caso, nulla non deciso dal nostro sguardo.

L'aspetto tecnico, necessario per la buona riuscita, non è nulla senza il contenuto. Sapere perchè si sta facendo quella fotografia. Diversamente avremmo una serie di risultati corretti, ma per nulla interessanti.

Nel corso delle lezioni verranno esposti gli aspetti tecnici della fotografia armonizzati allo sviluppo della capacità intuitiva di scelta e interpretazione dell'immagine.
Non la foto che si mostra, ma che viene scoperta. La foto fatta di scelte consapevoli, attente ai dettagli e all'inquadratura, che racconta.

Non importa che macchina fotografica abbiate, si può iniziare a “vedere oltre" attraverso qualsiasi lente.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: