Salon de la Photo 2012 a Parigi noi c'eravamo

Salon de la Photo Paris 2012

Qualche tempo fa vi avevamo spiegato come procurarvi alcuni ingressi, ebbene eccoci arrivati all'ora X e dopo qualche visita ad alto tasso artistico girando per le mostre del Mese della Fotografia, oggi ci siamo andati di persona a fare un giro tra gli stand per raccontarvi l'atmosfera dell'edizione 2012 del Salon de la Photo di Parigi e tra grandi marchi e dense frotte di curiosi, siamo pronti a presentarvi, in parole ed immagini, il nostro circuito incantato.

Tanto per cominciare l'affiche 2012 merita almeno qualche riflessione. Affidata al sapiente obiettivo della fotografa di moda Sonia Sieff, autorevole firma di scatti pubblicati su ELLE, Vogue Italia... mette in scena una rappresentazione allegorica, sensuale e moderna della fotografia stessa, sotto forma di algida e contemporanea giovane donna dal laccatissimo caschetto biondo platino e dalle labbra purpuree, con uno dei begli occhi nascosti da un apparecchio ultrasottile e il busto striato dalla penombra su fondo scuro, una versione addolcita dell'icona dell'anno precedente ingabbiata in un inquietante collo metallico e dalle fattezze altrettanto gelate.

Salon de la Photo Paris 2012, Leika
Salon de la Photo Paris 2012, visitatori
Salon de la Photo Paris 2012, muro
Salon de la Photo Paris 2012, galleria nuoto

Salon de la Photo Paris 2012, in vasca
Salon de la Photo Paris 2012, attenzione
Salon de la Photo Paris 2012, Kyriakos Kaziras
Salon de la Photo Paris 2012, Kyriakos Kaziras gorilla

Molti marchi noti del mondo della fotografia, conferenze, dibattiti e simulazioni, per immergere fotografi ed appassionati nel colorato e tecnologico universo dello scatto. Tra librerie e mostre fotografiche la dimensione estetizzante dell'arte non è stata certo trascurata. Come dimostrano le cinque esposizioni ospitate nel padiglione 4 del complesso fieristico di Porte de Versailles. Le prime tre ("La jeune fille dans la ville" by agnès b., "Parlez-moi d’amour" organizzata dalla Maison Européenne de la Photographie e "Une exposition" de Sonia Sieff) vi saranno presentate nei dettagli nei prossimi giorni, mentre le ultime due, che in realtà rappresentano il doppio risvolto del premio fotografico ZOOM 2012 sono qui di seguito, con delle brevi descrizioni dei loro protagonisti.

Sébastien Hameline, vincitore del Premio ZOOM 2012 DE LA PRESSE PHOTO, introdotto da Guy Boyer, direttore della redazione della rivista "Connaissance des Arts":

Autentica inchiesta sul terreno, l'insieme di immagini del giovane Sébastien Hameline unisce foto-giornalismo umanista e ricerca estetica. Si tratta del frutto di un'immersione realizzata 2011 all'interno della comunità Wulu, piccolo villaggio Bunun dell'isola di Taiwan. Seguendo la vita degli scolari della tribù, Sébastien Hameline ha registrato con serità e spesso con una punta di humour, la questione della trasmissione di tradizioni.

Kyriakos Kaziras, insignito del riconoscimento ZOOM 2012 scelto dal pubblico e presentato da Denis Boyard, redattore capo della rivista "Déclic photo":

Per lui la fotografia è uno sguardo, un'emozione, che si tratti di un animale, di un paesaggio, di una situazione... Il suo credo? Fotografare quanto più vicino possibile al movimento, allo sgurdo dell'animale. Perché la foto a soggetto animale è foto d'azione, bisogna essere rapidi, anticipare d'istinto ciò che sta per succedere. Inconsciamente la pittura lo ispira nella lettura del mondo circostante, nei suoi scatti si ritrovano i chiaroscuri di Rembrandt e Van Eyck, le linee semplici, gli sfondi mossi e i degradé di Piero della Francesca. Prima di tutto desidera che colui che guarda condivida il suo stupore...

Salon de la Photo Paris 2012, orsi
Salon de la Photo Paris 2012, Sébastien Hameline
Salon de la Photo Paris 2012, expo
Salon de la Photo Paris 2012, cover

Via | lesalondelaphoto.com
Foto | flickr.com/photos/sara_rania

  • shares
  • Mail