Il paesaggio delicato di Vincent Bordet

foto dalla serie le chant du signe di vincent bordet

A volte non servono molte immagini per capire se un fotografo abbia stoffa o meno, possono bastare poche fotografie “ma buone”, le quali racchiudono dentro di sé una poetica e una lettura personale del mondo.

In questo caso il fotografo francese Vincent Bordet sembra essere entrato perfettamente in sintonia con una lettura dell’immagine armonica, intrigante, e del tutto personale. Sul suo sito posiamo ammirare un paio di sue serie, intitolate “Le chant du signe” e “Wild”, le quali esprimono la bellezza e la contemplazione del paesaggio e i dettagli che ne fanno parte.

In queste fotografie si può notare che gli accostamenti cromatici, l’equilibrio formale e tutti quegli elementi che servono a raccontare i paesaggi che il fotografo immortala, sono indispensabili e completano le serie in modo poetico e delicato.

In ogni fotografia i personaggi silenti sono inseriti in paesaggi altrettanto silenziosi, e coronano la bellezza racchiusa in ogni scatto. Ulteriori immagini sono visibili nella sezione “Journal” del sito di questo fotografo.

  • shares
  • Mail