Ritratti famosi con la petite veste noir Chanel, un mito dell'eleganza fotografato da Lagerfeld ed esposto al Grand Palais


Di petite veste noir chanel ne abbiamo viste a bizzeffe, troneggiare ben stirate accanto ad impeccabili gonne a tubino e da tailleur, negli armadi di madri e zie. Le abbiamo persino snobbate, ma solo all'apparenza, per poi appropriarcene gelosamente alla prima occasione e farle diventare un indispensabile strumento di seduzione da abbinare a jeans, tacchi e camicia bianca e in altre combinazioni contemporanee. Disegnate per esaltare la bellezza dei capi sottostanti e adattarsi ad innumerevoli personalizzazioni, sono pronte a lasciarsi andare delicatamente sulle spalle per coordinarsi con ogni tenuta. Hanno accompagnato le silhouette di milioni di spalle, indispensabili assi nella manica di viaggi e bagagli.
Un classico senza tempo insomma, rivisto e reinterpretato da Karl Lagerfeld in collaborazione con Carine Roitfeld e restituito in centotredici foto in bianco e nero, ma anche a colori, e persino tiraggi incisi a caldo nel vetro, inserite nella mostra La Petite Veste Noire de Chanel che, dopo New York, Sydney, Tokyo e Londra, è ormai sbarca al Grand Palais di Parigi nel quadro del mese della fotografia.

Ritratti di volti noti del cinema, del jet-set e della canzone, come Letizia Castà, Sara Jessica Parker e Charlotte Casiraghi che ruotano intorno ad uno degli oggetti-culto della maison de la Rue Cambon. Destrutturata, annodata fino a lasciare la pancia scoperta, arrotolata in testa, tagliata e adagiata su corpi femminili e maschili, senza distinzioni se non la volontà di mettere in evidenza le particolarità del soggetto fotografato, e la sua capacità di imprimere carattere ad un grande classico dall'aura un po' borghese, è passata quasi indenne nell'evoluzione del costume, configurandosi come un simbolo chiave, un'autentica sicurezza nei corsi e ricorsi della moda. Prodotti iconici, capaci di rinascere con pelle nuova ad ogni stagione, per collocarsi, tra l'androgino e il voluttuoso, nell'olimpo del pret-à-porter.

Per prolungare l'esperienza c'è l'omonimo libro, pubblicato dalle éditions Steid e per chi volesse curiosare dietro le quinte, ecco il video del making off:

Via | grandpalais.fr

  • shares
  • Mail